le notizie che fanno testo, dal 2010

Area C Milano: i primi dati ufficiali. Ma su Facebook ci si lamenta

Primi dati ufficiali dell'Area C a Milano, entrata in vigore oggi 16 gennaio e che va a sostituire il vecchio Ecopass. Su Facebook Giuliano Pisapia esprime soddisfazione, ma non così molti cittadini della capitale lombarda.

Il Comune di Milano ha ufficialmente dato il via all'Area C, che cambia le regole (prima normate dall'Ecopass) per accedere alla Cerchie dei Bastioni. Dal 16 gennaio, infatti, "per disincentivare l'uso dell'auto per entrare nella Cerchia dei Bastioni - come spiega il Comune di Milano - bisognerà pagare un ticket di 5 euro, uguale per tutti", tranne che per i residenti, che avranno 40 ingressi gratuiti e poi una tariffa agevolata a 2 euro. Per definire l'Area C l'amministrazione milanese si è basata principalmente "sui risultati del referendum del 12 e 13 giugno a Milano, quando circa l'80% dei votanti si è espresso a favore di un insieme di misure (tra cui il pedaggio di congestione) per combattere il problema della congestione", stabilendo quindi che per 18 mesi sarà attivata in via sperimentale dal lunedì al venerdì (feriali), dalle 7.30 alle 19.30 per ridurre, secondo i calcoli, dal 20% al 30% il traffico nel centro città e quindi migliorare la vita di chi ci vive, lavora o studia. I milanesi potranno trovare tutte le informazioni necessaria sulla nuova area a traffico limitato sul sito www.areac.it, dove sarà possibile acquistare i tagliandi di accesso e per i residenti e le categorie autorizzate sarà possibile registrarsi per ottenere le agevolazioni. Il Comune di Milano precisa comunque che gli accessi effettuati in Area C tra il 16 gennaio e il 16 marzo 2012 potranno essere regolarizzati entro e non oltre il 17 marzo 2012. Superato questo periodo di prova, l'attivazione del titolo d'ingresso deve avvenire il giorno stesso o al massimo entro le ore 24 del giorno successivo. Oltre che sul sito dell'Area C, "sarà possibile acquistare i tagliandi tramite i 500 parcometri distribuiti per tutta la città, il call center 800.437.437, gli sportelli Bancomat di Intesa Sanpaolo oppure attivando il RID su conto corrente, grazie al quale gli accessi vengono rilevati automaticamente. Oltre ai ticket giornalieri da 5 euro nelle rivendite autorizzate (tabaccai, Atm point, edicole), sono disponibili anche tagliandi multipli da 30 e 60 euro a scalare, che possono essere utilizzati anche in giorni non consecutivi". Il Comune precisa che "tutti gli introiti derivanti da Area C saranno utilizzati esclusivamente per favorire lo sviluppo delle reti di trasporto pubblico, piste ciclabili, zone pedonali e a velocità limitata", spiegando che "secondo uno studio Amat (Agenzia Mobilità Ambiente Territorio), con l'introduzione di Area C saranno oltre 29.000 i veicoli che non entreranno più nel centro di Milano". Studio che pare essere confermato dai primi dati ufficiali pubblicati dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia sul suo profilo Facebook, rivelando che oggi 16 gennaio, primo giorno di attivazione dell'Area C, ci sono stati 19.000 ingressi in meno fra le 7.30 e le 12.30 (- 33%), 8000 acquisti di ticket e 9000 registrazioni fra residenti, commercianti e artigiani e 5500 persone in più sulla metropolitana potenziata. "Primi passi verso una Milano meno trafficata" afferma Pisapia, anche se "Pasquale Croce" commenta: "bene, 19.000 persone non hanno potuto permettersi il balzello ed hanno lasciato lo spazio ai possessori di BMW Transatlantico, Mercedes SuperSuper, Ferrari Testadimichia, eccetera, per farsi i prima-seconda da un semaforo al successivo... Perché il bello della politica di sinistra fatta da un comunista è che una Ferrari 5000cc paga quanto una Micra 1000cc, anche se INQUINA CINQUE VOLTE DI PIÙ. Mi chiedo per cosa stia la "E" di S.E.L... ma anche il significato della "S". In effetti l'unica che mi risulta coerente é la "L", largamente usata dalla maggior parte dei partiti di destra! Mi consolo perché almeno adesso posso dire, con cognizione di causa che: 'SIETE TUTTI UGUALI!' ". "Mirella Zanella" invece, un po' maliziosamente, scrive: "mi piacerebbe sapere, come è andata prima delle 7.30" mentre "Andrea Guarini" fa notare "Egr. Sig. Sindaco, L'area C potrebbe essere una bella idea se Milano disponesse una copertura metropolitana da 'CAPITALE EUROPEA', purtroppo non è così in quanto Milano non ha niente della capitale europea. Solo quando disporremo di almeno 10 linea della metropolitana potremmo vantarci di essere una capitale. Per adesso Milano resta, se paragonata a città come Berlino, Parigi etc, un grande paesone! Quindi l'Area C è una sciocchezza inutile...". Non mancano naturalmente commenti positivi, come quello di "Giancarlo Caciagli" che spiega: "Da ciclista, da sempre. Milano centrale oggi era più bella . Bici ,taxi , mezzi p. e un evidente calo di auto private. Si si bene così", anche se quelli più o meno negativi al provvedimento sembrano essere in maggioranza. "Stefano Facciotto", per esempio, fa notare come sia "ingiusto che il traffico venga ridotto solo a chi sta all'interno dell'area c. O si fa un blocco alla città o è completamente inutile far respirare aria pulita solo ai privilegiati che vivono in centro mentre ai poveracci che vivono fuori dalla cerchia l'aria sia sempre più inquinata. Come sempre tante belle iniziative inique. Resto comunque a favore" mentre "Francesca Morichi" commenta: "Furrrrbo Pisapia.. ;) prima aumenta il biglietto a euro 1.50.. poi mette Area C.. così ha introiti maggiorati sia per l'Area C sia per l'incremento dei passeggeri sui mezzi. :)) ... ha aumentato i controllori della sosta sull'area di confine per le multe di chi posteggerà male o non pagherà le ore di sosta correttamente .....e il Comune fa cassa.... Premetto che vivo dentro l'area e non prendo mai la macchina (amo andare a piedi e odio l'incognita del posteggio e il tempo perso per cercarlo) .. per cui tutto ciò non mi tocca più di tanto....".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: