le notizie che fanno testo, dal 2010

Rampelli: in Italia no terroristi? Ma se ai migranti non prendiamo le impronte

"In Italia non abbiamo certezza comprovata di un numero importante di terroristi solo perché abbiamo fatto gli indiani e non abbiamo preso le impronte", fa sapere in una nota Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera dei Deputati.

"Non ci fidiamo di Matteo Renzi, mi pare evidente. Lo abbiamo contrastato in tutto e per tutto, perché consideriamo le misure di sicurezza e sull'immigrazione insufficienti. C'è qualcosa che non funziona. In Italia non abbiamo certezza comprovata di un numero importante di terroristi solo perché abbiamo fatto gli indiani e non abbiamo preso le impronte" denuncia in un comunicato Fabio Rampelli, esponente di FdI.
"Ogni riunione costruttiva e positiva ma bisogna rivedere il modello di integrazione perché non sta funzionando, come dimostra quanto accaduto in Belgio. - prosegue il parlamentare di Fratelli d'Italia - A Renzi abbiamo chiesto di rivedere quel modello. Bisogna affiancare alla solidarietà la capacità di fare selezione e noi l'abbiamo persa. Bisogna fare selezione sia tra i migranti, dando priorità a coloro che fuggono da guerre, sia nella concessione della cittadinanza. E' al momento in esame una legge su questo tema: serve meno demagogia. E poi si dovrebbe contrastare la formazione di ghetti che diventano brodo di cultura del radicalismo con una equa distribuzione sul territorio degli stranieri".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: