le notizie che fanno testo, dal 2010

Precari asili nido e infanzia: necessario rinnovo contratto e turn over, dice Rampelli

"Solidarietà del gruppo di Fdi-An e mia personale alle insegnati ed alle educatrici e alle tante precarie degli asili nido e dell'infanzia di Roma e di tutta Italia che stanno protestando davanti alla Camera dei deputati per chiedere lo sblocco del turn over ed il rinnovo del contratto adeguato ai profili professionali della scuola", segnala in una nota Fabio Rampelli.

"Solidarietà del gruppo di Fdi-An e mia personale alle insegnati ed alle educatrici e alle tante precarie degli asili nido e dell'infanzia di Roma e di tutta Italia che stanno protestando davanti alla Camera dei deputati per chiedere lo sblocco del turn over ed il rinnovo del contratto adeguato ai profili professionali della scuola" spiega in una nota Fabio Rampelli.
L'esponente di Fratelli d'Italia specifica inoltre: "Si tratta di persone che sono state turlupinate dal governo Renzi. - spiegando - La legge 107 (Buona Scuola) ha fatto finta di riformare un settore strategico per milioni di famiglie ma ha lasciato senza fondi la fascia prescolare 0-6. Nella legge delega infatti non vi sono finanziamenti e questa è un'altra 'sòla' tra le tante che ha dato."
"Per questo segmento infatti devono essere rinnovati i contratti - precisa ancora -, bloccati da 7 anni, ma è altrettanto necessario uno sblocco del turn over e una stabilizzazione precarie, solo a Roma oltre 5000 precarie, il cui ruolo va a coprire a mala pena il fabbisogno nella Capitale. Quello che si rischia è l'avvio del prossimo anno scolastico senza personale e senza servizi."
"L'attuale gestione commissariale ha causato grossi problemi. Ci aspettiamo da parte del governo nazionale una soluzione che possa rispondere sia alle esigenze delle famiglie sia alle indispensabile valorizzazione delle esperienze già maturate. Roma merita un'attenzione particolare del governo perché conta un numero di servizi e di personale che non ha pari in Europa. Fdi An è pronto a fare la sua parte: serve un intervento giuridico ad hoc per la Capitale che possa consentire uno sblocco dei vincoli economici esistenti per attuare un adeguato piano assunzionale sul settore scolastico ed educativo" fa sapere in ultimo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: