le notizie che fanno testo, dal 2010

Ius soli trasformerà Italia in colonia del Marocco o dell'Albania, dice Rampelli (FdI)

Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia contro lo ius soli.

"Il riconoscimento della cittadinanza italiana non può essere un automatismo. Non si può affidare semplicemente al caso, a dove partorisce una donna invece che alle origini della propria famiglia, alla frequenza di cicli scolastici o alla residenza. Ci dev'essere l'adesione consapevole ai valori della Costituzione, ai principi di eguaglianza tra uomini e donne, alla conoscenza della nostra lingua e cultura. Non può essere un atto meramente amministrativo gestito da funzionari comunali, ma deve prevedere un giuramento di fedeltà e le ipotesi di revoca" dichiara in una nota Fabio Rampelli, capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, in merito al dibattito sullo ius soli.

"Ritenere come fa il PD che i cittadini stranieri sono linfa vitale perché l'Italia è a natalità sotto zero, allora significa rinunciare a politiche di natalità nei confronti delle famiglie italiane e trasformare il nostro Paese in una colonia del Marocco o dell'Albania, oltretutto usando - alla faccia della solidarietà - gli immigrati per risolvere i problemi economici del nostro sistema previdenziale" denuncia. "Infine un bambino che nasce in Italia da genitori stranieri ha il diritto di scegliere liberamente a quale nazionalità aderire e non può subire alcuna 'illuminata' coercizione da parte dei campioni del multiculturalismo nostrano, talmente pieni di sé da non accorgersi che lo ius soli impone una decisione a persone che potrebbero non condividerla", conclude.

© riproduzione riservata | online: | update: 16/06/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Ius soli trasformerà Italia in colonia del Marocco o dell'Albania, dice Rampelli (FdI)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI