le notizie che fanno testo, dal 2010

Fratelli d'Italia in marcia per una Italia sovrana, dice Rampelli

Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia sul perché della manifestazione del 28 gennaio.

"Noi abbiamo il dovere d'impedire il declino dell'Italia, un declino che nasce innanzitutto dalla morsa che le è stata chiusa intorno da poteri più forti e pesanti di quello rappresentato dal popolo sovrano. Le scelte dei governi sono state dettate da grande finanza, banchieri, consorterie, speculatori, dall'Europa a trazione tedesca, perfino dai leader di altre nazioni. Le conseguenze sono: aumento dei poveri, delle tasse e della disoccupazione, sfinimento del ceto medio, diminuzione dei consumi e del potere d'acquisto dei salari o dei guadagni, contratti precari, diminuzione della sicurezza, inondazione di immigrati disperati, giganteschi costi per la loro accoglienza, rischio terrorismo, diffusione della criminalità, degrado urbano, peggioramento dei servizi, emigrazione dei nostri giovani, chiusura aziende o loro trasferimento all'estero" dichiara in una nota Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia, spiegando il perché della manifestazione del 28 gennaio.

"Con il referendum del 4 dicembre gli italiani hanno espresso la loro protesta e il desiderio di andare a elezioni nel minor tempo possibile per cambiare governo e provare, stavolta con un presidente scelto dal popolo, ad aggredire i problemi elencati. - prosegue - Si sono invece inventati un governo fotocopia di quello precedente, per impedire la libera espressione del voto".

"Ecco, per queste ragioni, - osserva infine - sabato 28 gennaio proponiamo al popolo italiano un sussulto di orgoglio, chiedendogli di venire in strada con noi in una marcia composta che muoverà da piazza della Repubblica, la marcia dell'Italia sovrana".

© riproduzione riservata | online: | update: 28/01/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Fratelli d'Italia in marcia per una Italia sovrana, dice Rampelli
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI