le notizie che fanno testo, dal 2010

Rooney mette le corna ma da Capello nessuna punizione

John Terry prima, Ashley Cole poi, Rooney oggi. In Inghilterra si susseguono da tempo casi di "corna" messe dai giocatori alle proprie mogli. Rooney sembra essere andato con una prostituta ma a Capello non interessa: "sta bene e giocherà contro la Svizzera".

John Terry prima, Ashley Cole poi, Rooney oggi. In Inghilterra si susseguono da tempo casi di "corna" messe dai giocatori alle proprie mogli. L'attaccante del Manchester United Wayne Rooney è da ieri nell'occhio del ciclone per le rivelazioni dei tabloid su una sua relazione extraconiugale con una prostituta 21enne. Il caso ha destato scalpore e l'unico a cui la vicenda non sembra interessare è il CT della nazionale inglese Fabio Capello. L'ex allenatore dalla Roma sostiene siano affari suoi e non intende punirlo per la partita con la Svizzera: "Rooney giocherà - ha detto Capello nella conferenza stampa della vigilia della partita - Ho parlato con lui e l'ho tenuto d'occhio nei due giorni successivi alla vittoria contro la Bulgaria e stava davvero bene. Domani sarà in una buona condizione e spero che ripeta la bella prestazione offerta a Wembley. Capello nella sua avventura inglese ha preso provvedimenti solo nei confronti di Terry, togliendogli la fascia di capitano della nazionale inglese, ma solo perché il difensore del Chelsea era andato a letto con la donna dell'ex compagno di squadra Wayne Bridge. Il quale, pur di non stare in squadra con il giocatore dei Blues, ha addirittura rifiutato la convocazione per i Mondiali.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: