le notizie che fanno testo, dal 2010

Lagarde come George Soros: solo 3 mesi per salvare l'euro

Dichiarazione shock di Christine Lagarde, direttore del Fondo Monetario Internazionale (FMI), che alla CNN annuncia che sono rimasti "meno di tre mesi" di tempo per salvare l'euro, trovandosi quindi d'accordo con le previsioni di George Soros.

Dichiarazione shock quella di Christine Lagarde, direttore del Fondo Monetario Internazionale (FMI) dopo lo scandalo made USA di Dominique Strauss-Kahn, che nel corso di una intervista di Christine Amanpour, celebre giornalista della CNN, ha dichiarato che per salvare l'euro sono rimasti "meno di tre mesi" di tempo.
"Non sto fissando un termine entro il quale tutta la situazione dovrebbe risolversi" precisa però subito dopo Christine Lagarde, forse immaginando le reazioni dei mercati nel venire a sapere, dal direttore del FMI, che la moneta unica potrebbe presto essere solo un lontano ricordo.
Ma anche se la Lagarde cerca di rassicurare e correggere il tiro, è inevitabile collegare le parole del direttore del Fondo Monetario Internazionale a quelle pronunciate poco tempo fa da George Soros, finanziere americano di origine ungherese celebre soprattutto per essere riuscito nel 1992 a guadagnare oltre un miliardo di dollari speculando sulla sterlina. George Soros ha infatti predetto che "le autorità europee hanno un margine di tre mesi per correggere i propri errori e invertire l'attuale inerzia".
Se da una parte Christine Lagarde sembra così sicura delle sorti dell'euro, il direttore del FMI non pare volersi invece sbilanciare su una possibile uscita (anticipata, a questo punto) della Grecia dall'euro, definendo la questione solo come un fatto di determinazione politica.
Christine Lagarde ha comunque chiesto alla Grecia di intervenire con forza contro l'evasione perché "pagare le tasse è necessario per raddrizzare le sorti di un Paese". Nonostante questo, la Lagarde sottolinea che il risanamento dell'euro "non deve essere la stretta della cinghia di cui tutti stanno parlando", forse lasciando a questo punto spiazzato Mario Monti, che sul rigore ha imperniato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: