le notizie che fanno testo, dal 2010

FMI taglia stime crescita Italia. Per pareggio "misure addizionali"

Il Fondo monetario internazionale (FMI) taglia le stime di crescita dell'Italia e sottolinea che l'obiettivo del pareggio di bilancio nel 2013 "richiederebbe alcune misure addizionali". Una nuova manovra?

Il Fondo monetario internazionale (FMI) taglia le stime di crescita dell'Italia, prevedendo che "nel 2011 il Pil italiano avanzerà dello 0,8%, 0,2 punti percentuali in meno delle stime di giugno, e nel 2012 la crescita rallenterà allo 0,7%, cioè 0,6 punti in meno rispetto alle precedenti previsioni", come anticipa l'Ansa rendendo noti alcuni punti della bozza del World Economic Outlook. Nell'analisi del FMI si leggerebbe soddisfazione per il "rafforzamento" che l'Italia ha fatto riguardo al "proprio programma fiscale di medio periodo" ma sottolinea che l'obiettivo che si è prefissato il governo, cioè il raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2013, "richiederebbe alcune misure addizionali". Parole che hanno fatto riflettere qualche attento osservatore, che già teme la presentazione di una nuova manovra correttiva.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: