le notizie che fanno testo, dal 2010

FMI: al ribasso crescita dell'Italia

Il Fondo monetario internazionale ha rivisto al ribasso le previsioni sulla crescita economica globale, e dell'Italia. Sull'area euro il FMI percepisce invece rischi di stallo della ripresa e di peggioramento della bassa inflazione.

Il Fondo monetario internazionale ha rivisto al ribasso le previsioni sulla crescita economica globale, e ovviamente anche quelle dell'Italia. Il FMI stima infatti un meno 0,2 per cento del Pil sul 2014 (-0,5 punti percentuali rispetto a luglio) e una ripresa limitata allo 0,8 per cento il prossimo anno (-0,3 punti). Nel suo World Economic Outlook, il FMI sottolinea infatti che la crescita sarà "mediocre" mentre il futuro appare piuttosto "nebuloso". Anche perché la disoccupazione rimarrà quest'anno al al 12,6%, prevedendo però che scenderà al 12% nel 2015. Un ben magro risultato se si cosidera che domani verrà votata la fiducia al Jobs Act tanto voluto da Matteo Renzi e "benedetto" persino dal FMI. Sull'area euro il Fondo percepisce invece rischi di stallo della ripresa e di peggioramento della bassa inflazione, che potrebbe tramutarsi definitivamente in una vera deflazione dei prezzi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: