le notizie che fanno testo, dal 2010

FAO: cereali, mais e grano in calo, prezzi in aumento

Secondo l'ultima edizione del Rapporto "Food Outlook" della FAO gli stock mondiali di cereali, mais, grano e orzo potrebbero ridursi notevolmente e se ciò sarà confermato "i consumatori non avranno altra scelta che pagare prezzi più alti per gli alimenti".

Secondo l'ultima edizione del Rapporto "Food Outlook" della FAO (rapporto sulle prospettive alimentari) gli stock cerealicoli mondiali, e non solo, potrebbero ridursi notevolmente e se ciò sarà confermato "i consumatori non avranno altra scelta che pagare prezzi più alti per gli alimenti", rende noto l'agenzia dell'ONU.
Il Rapporto "Food Outlook" nasce dall'idea di guidare gli organi politici sugli sviluppi a livello mondiale della produzione, del consumo, del commercio e dei prezzi delle derrate.
Secondo il rapporto la produzione cerealicola mondiale calerà del 7%, il mais del 12%, il grano del 10% e l'orzo del 35%, mentre le riserve di riso dovrebbero aumentare del 6 per cento.
"Date queste previsioni di calo delle scorte mondiali, il volume della produzione del prossimo anno sarà cruciale per la stabilità dei mercati internazionali - sottolinea la FAO - Ma i cereali potrebbero non essere le sole colture che si cercherà di produrre di più, dal momento che l'aumento di prezzi ha reso attraenti anche altre derrate, dai semi di soia, allo zucchero, al cotone".
Come ricorda la FAO, per esempio, i prezzi dello zucchero hanno già superato i massimi trentennali ed è probabile che rimarranno tali.
Anche i semi oleosi sono aumentati di prezzo, e questo anche perché in questo campo la crescita della produzione mondiale è stata relativamente lenta rispetto alla domanda.
"Con la pressione sui prezzi delle principali derrate che non accenna ad allentarsi, la comunità internazionale deve essere pronta e rimanere vigile contro il pericolo di ulteriori shock dell'offerta", si legge ancora nel Rapporto "Food Outlook".
E pensare che se ogni famiglia possedesse un minuscolo tappeto di terra sarebbe in grado di produrre in abbondanza quanto madre natura ci ha donato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# alimenti# consumatori# famiglia# FAO# grano# natura# ONU# politici# soia