le notizie che fanno testo, dal 2010

Rissa all'Expo per un apprezzamento non gradito

"Erano le 19,30 quando, ieri sera, è scoppiata una rissa che ha coinvolto otto giovani. A sedare gli animi il risoluto intervento dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Stazione Expo coadiuvati da quelli del terzo Reggimento 'Lombardia' che hanno diviso i contendenti e proceduto all'accertamento dei fatti", mettono al corrente in un comunicato i Carabinieri.

"Erano le 19,30 quando, ieri sera, è scoppiata una rissa che ha coinvolto otto giovani. A sedare gli animi il risoluto intervento dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Stazione Expo coadiuvati da quelli del terzo Reggimento 'Lombardia' che hanno diviso i contendenti e proceduto all'accertamento dei fatti" rendono pubblico dall'Arma.
"Dalle verifiche è emerso che poco prima una giovane donna egiziana di 24 anni, in visita all'esposizione in compagnia di un'amica italiana e di cinque suoi connazionali, era stata oggetto di apprezzamenti non graditi da parte di tre venditori – due tunisini ed un egiziano – che stavano svolgendo il loro 'mercatino'" prosegue la Benemerita.
"La 24enne si è allontanata - informano ancora i militari -, ha raggiunto la comitiva ed ha raccontato l'episodio che ha fatto infuriare il suo fidanzato, determinandone la reazione scomposta. I cinque ragazzi egiziani – la cui età è compresa tra i 18 ed i 31 anni – hanno affrontato i tre venditori di 18, 21 e 22 anni. Gli animi si sono scaldati ed è scaturita una contesa a suon di calci e pugni che è stata sedata dal pronto e determinato intervento dei Carabinieri sotto gli occhi degli altri visitatori."
Si mette inoltre al corrente: "Nessuno è rimasto ferito ad eccezione della 24enne e della sua amica di 22 anni che, nel tentativo di calmare gli animi, si sono interposte tra i litiganti riportando lievi lesioni medicate presso il vicino Ospedale di Garbagnate Milanese."
"Nessuno dei protagonisti era noto alle Forze di polizia ed erano tutti muniti del titolo a soggiornare sul territorio nazionale. Questa mattina si è svolto il rito per direttissima. Gli arresti sono stati convalidati ed i protagonisti rimessi in libertà, in quanto incensurati" pubblicano in conclusione della nota i militi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: