le notizie che fanno testo, dal 2010

Escherichia Coli Vtec in Puglia: si cerca causa dell'hamburger disease

Sono 16 le persone, tra cui 12 bambini, colpiti in Puglia dall'infezione di Seu, la sindrome emolitico-uremica causata da un particolare ceppo del batterio dell'Escherichia coli, la verocitotossina (Vtec). Si cerca la causa dell'infezione, che potrebbe essere comune, e le indagini sono concentrate sia su frutta e verdura contaminata che sul mondo "animale", visto che la Seu negli USA è già stata ribattezzata "hamburger disease".

Sono 16 le persone, tra cui 12 bambini, colpiti dal 4 giugno dall'infezione di Seu, la sindrome emolitico-uremica causata da un particolare ceppo del batterio dell'Escherichia coli, la verocitotossina (Vtec). Le aree finora maggiormente interessate dall'infezione da Escherichia Coli Vtec sono il litorale e l'entroterra barese, la costa ionica della provincia di Taranto e alcuni Comuni della Valle d'Itria, al centro tra le province di Bari, Brindisi e Taranto. Una zona quindi circoscritta, anche se finora la fonte dell'infezione intestinale, che colpisce in particolare i bambini e causa dolori addominali e diarrea spesso caratterizzata da presenza di sangue nelle feci, non è stata ancora individuata. Gaia Scavia, ricercatore del dipartimento di sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare dell'Istituto Superiore di Sanità e coordinatore del registro nazionale della sindrome emolitico-uremica, ammette: "Sebbene sia estate, stagione in cui notoriamente si registra un aumento dei casi di malattia, quanto sta accadendo in Puglia fa sospettare una possibile origine comune dell'infezione". Le indagini rivolte per individuare la causa dell'infezione sembrano concentrarsi maggiormente sul mondo "animale", visto che l'Escherichia Coli Vtec è presente soprattutto nell'intenstino dei ruminanti tanto che la Seu è stata ribattezzata negli USA "hamburger disease". Se per il momento viene escluso che l'agente patogeno arrivi dall'acqua delle zone balneari, mentre rimane in piedi l'ipotesi che il contagio possa essere arrivato dal consumo di frutta e verdura contaminata. Per il momento, le Procure di Bari e Trani hanno aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di lesioni personali gravissime a carico di ignoti, mentre si aspetta la fine di agosto per comprendere il bilancio reale del contagio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: