le notizie che fanno testo, dal 2010

M5S: ok emendamento che sospende cartelle Equitalia per chi ha crediti con PA

Durante l'esame del decreto Destinazione Italia al vaglio della Camera passa un emendamento presentato dal MoVimento 5 Stelle che sospende per il 2014 le cartelle di Equitalia e di altri agenti della riscossione nei confronti delle imprese "titolari di crediti maturati nei confronti della Pubblica amministrazione". Entro 90 giorni, dovrà essere emanato il decreto attuativo per rendere valida la norma.

Durante l'esame del decreto Destinazione Italia al vaglio della Camera, è passato un emendamento del MoVimento 5 Stelle che blocca "le cartelle del fisco a fronte di crediti verso la Pubblica Amministrazione", come annunciano in una nota i pentastellati. L'emendamento infatti sancisce la sospensione per il 2014 delle cartelle esattoriali a favore delle imprese che hanno crediti con la PA, stabilendo che per l'anno in corso sono sospese le cartelle di Equitalia e di altri agenti della riscossione nei confronti delle imprese "titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, per somministrazione, fornitura, appalti e servizi, anche professionali, maturati nei confronti della Pubblica amministrazione e regolarmente certificati". L'emendamento del MoVimento 5 Stelle, riformulato dai relatori, specifica che la sospensione delle cartelle sarà possibile solo se la somma iscritta a ruolo da Equitalia è inferiore o pari al credito vantato con la Pubblica amministrazione. Il MoVimento 5 Stelle promette che vigilerà "affinché Ministero dell'Economia e quello dello Sviluppo Economico non tardino a emanare il decreto attuativo che, entro 90 giorni dall'approvazione del provvedimento, dovrà dare concretezza a un altro risultato ottenuto dal M5S in favore delle piccole e medie imprese" che in questa maniera potranno tirare una "importante boccata d'ossigeno".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: