le notizie che fanno testo, dal 2010

Letta in Emirati arabi: nel 2015 PIL al 2%. Ma a sceicchi non svela il trucco

Enrico Letta cerca di convincere gli Emirati arabi ad investire in Italia,soprattutto in vista delle privatizzazioni che presto metteranno sul mercato grandi gruppi come Fincantieri, Poste, Sace ma anche Eni. Letta assicura agli sceicchi: PIL nel 2015 sarà al 2%. Ma non spiega il "trucco" del cambio dei parametri UE nel calcolo dei bilanci degli Stati europei.

"I mercati sono pronti, la situazione sta cambiando verso la stabilità" assicura il premier Enrico Letta in una intervista ad Al Arabiya, nel corso della sua visita negli Emirati Arabi, dove ha cercato di convincere gli sceicchi ad investire in Italia, soprattutto in vista delle privatizzazioni che presto metteranno sul mercato grandi gruppi come Fincantieri, Poste, Sace ma anche Eni. Enrico Letta spiega infatti che "ora siamo a un un punto di svolta, io sono ottimista perchè per la prima volta tagliamo il debito dopo 6 anni, la situazione sta cambiando, la crescita sarà l'1% quest'anno e il 2% l'anno prossimo". Se il premier si riferisce al PIL, però, Letta ha omesso di spiegare agli imprenditori arabi che la crescita al 2% sarà dovuta non per la ripresa economica dell'Italia ma per via di una sorta di "trucco", e cioè per il fatto che la Commissione EU ha aggiornato la metodologia di calcolo dei bilanci degli Stati europei.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: