le notizie che fanno testo, dal 2010

Letta: emergenza immigrazione? Missione militare e abolire la Bossi-Fini

Enrico Letta, da Venezia, annuncia che da lunedì "l'Italia metterà in campo una missione militare umanitaria unilaterale, navale e aerea, per rendere il Mediterraneo più sicuro possibile" e anticipa l'intenzione del governo di "abolire la Bossi-Fini" e di varare "nuove norme sul diritto d'asilo".

"Quella che stiamo affrontando è un'emergenza a minuti, che ha bisogno da subito di soluzioni, e non può aspettare decisioni europee a marzo o aprile dell'anno prossimo" afferma Enrico Letta da Venezia, nel corso del convegno 'La Repubblica delle idee'. Per questo motivo, il premier annuncia che "da lunedì l'Italia metterà in campo una missione militare umanitaria unilaterale, navale e aerea, per rendere il Mediterraneo più sicuro possibile nella parte in cui in questi giorni è diventato una tomba" nonostante "per noi vorrà dire spendere molti soldi per mettere in campo tre volte le navi e gli aerei che utilizziamo oggi". Enrico Letta quindi sottolinea: "Noi non facciamo missioni militari unilaterali per andare a bombardare, le facciamo umanitarie ed è una delle caratteristiche del nostro Paese di cui andare fieri". Il Presidente del Consiglio quindi ribadisce che "il dramma del Mediterraneo, il dramma di Lampedusa sono la dimostrazione che esiste un problema che ci riguarda tutti" e così "su richiesta italo-francese, il Consiglio Europeo del 24-25 ottobre si occuperà del tema dell'immigrazione". Per quanto riguarda, invece, il problema dal punto di vista della normativa italiana, Enrico Letta anticipa che questo dovrà essere affrontato dal nostro Paese dotandosi "di nuove norme sul diritto d'asilo, principio contenuto nella Costituzione" ma anche "abolendo la Bossi Fini''.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: