le notizie che fanno testo, dal 2010

Enrico Letta si dimette. A Renzi dice: lavora per unire non per il potere

Enrico Letta annuncia di aver presentato al presidente della Camera Laura Boldrini la lettera di dimissioni da parlamentare. Letta assicura: "Per me è un rilancio, non starò zitto, dirò la mia" e subito manda un messaggio a Matteo Renzi: "lavora per unire e fare le cose, non per l'occupazione del potere".

Dopo averlo anticipato, Enrico Letta annuncia di aver presentato al presidente della Camera Laura Boldrini la lettera di dimissioni da parlamentare. Intervenendo alla trasmissione tv "Dimartedì" su La7 condotta da Giovanni Floris, Enrico Letta comunque assicura: "Do le dimissioni da Parlamento ma non dalla politica, perché dalla politica non ci si dimette. Continuerò ad impegnarmi in politica, in molti modi". Letta quindi precisa: "La mia non è una resa, faccio un passo di lato perché credo che oggi non abbiamo ascoltato il messaggio molto forte che è venuto dai cittadini, che hanno detto basta con politica fatta da gente che non fa altro, non ha un mestiere. Ma per me è un rilancio, non starò zitto, dirò la mia". E il primo messaggio Letta lo manda proprio al premier: "Oggi abbiamo condizioni straordinarie per agganciare la crescita e io dico a Matteo Renzi: lavora per unire e fare le cose, non per l'occupazione del potere. - facendo notare - Si sta discutendo di cambio dei vertici della Cassa Depositi e Presiti e della Rai, invece bisogna occuparsi delle cose da fare non delle poltrone da occupare".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: