le notizie che fanno testo, dal 2010

Dimissioni ministri PDL, è crisi di governo. Letta: non rovesciare frittata

Enrico Letta, commentando le dimissioni dei ministri del PDL che aprono di fatto ad una crisi di governo, avrebbe sottolineato che il tentativo di rovesciare la frittata sulle ragioni dell'aumento dell'Iva è contraddetto dai fatti, perché il mancato intervento è frutto delle dimissioni dei parlamentari Pdl.

Per Enrico Letta il PDL non dovrebbe rovesciare la frittata. Secondo fonti di Palazzo Chigi, infatti, il premier Enrico Letta avrebbe commentanto la notizia delle dimissioni dei ministri del PDL, che di fatto aprono quella crisi di governo che lo stesso Giorgio Napolitano ha tentato di scongiurare, ricordando che il tentativo di rovesciare la frittata sulle ragioni dell'aumento dell'Iva è contraddetto dai fatti che sono sotto gli occhi di tutti perché il mancato intervento è frutto delle dimissioni dei parlamentari Pdl e quindi del fatto che non era garantita la conversione del dl in legge. Silvio Berlusconi, infatti, ha invitato tutti i ministri del PDL a dimettersi perché "l'ultimatum di Letta sull'aumento dell'Iva è irricevibile e inaccettabile" e "costituisce una grave violazione dei patti di governo", spiegando che "la decisione assunta ieri dal presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta, di congelare l'attività di governo, determinando in questo modo l'aumento dell' IVA è una grave violazione dei patti su cui si fonda questo governo, contraddice il programma presentato alle Camere dallo stesso premier e ci costringerebbe a violare gli impegni presi con i nostri elettori durante la campagna elettorale e al momento in cui votammo la fiducia a questo esecutivo da noi fortemente voluto". Enrico Letta, infatti, nel corso del discorso alle Camere per ottenere la fiducia aveva promesso che con il suo governo ci sarebbe stata "la rinuncia all'inasprimento dell'IVA". L'aumento dell'IVA, invece, scatterà il 1 ottobre 2013, e passerà dal 21% al 22%.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: