le notizie che fanno testo, dal 2010

Emilio Fede: Briatore e Santanchè sono "i peggiori nemici"

Emilio Fede replica ai due amici Daniela Santanchè e Flavio Briatore, visto che l'ex manager della Formula Uno in una intercettazione dice che "quella roba di Fede! E' indecente". "Pensavo fossero degli amici ed invece i peggiori nemici sono quelli che ti stanno più vicino" risponde il direttore del TG4.

Emilio Fede risponde indirettamente ai due amici Daniela Santanchè e Flavio Briatore. Nella telefonata, intercettata dalla GdF per l'inchiesta della Procura di Genova che indaga sul patron del Billionaire sulla presunta evasione fiscale per la gestione del suo yacht "Force blue", Flavio Briatore spiega infatti a Daniela Santanchè, amica di vecchia data, "quella roba di Fede!", giudicata dal ex manager della Formula Uno come "indecente". Briatore racconta alla Santanchè che sarebbe andato a fargli visita a Montecarlo Lele Mora e che l'ex agente dei vip gli avrebbe confidato di essere "talmente nella merda" che l'unico che lo "può aiutare è lui (Berlusconi), sia con la televisione, sia con tutto", tanto da sottolineare: "Faccio quello che mi dicono, faccio quello che mi chiedono". Briatore spiega alla Santanchè che Lele Mora gli ha fatto "pena", anche perché "(Mora) era in estrema difficoltà e Fede gli ha preso il cinquanta per cento dei soldi" del prestito che l'agente in crisi economica aveva ottenuto da Berlusconi, come spiega La Repubblica, che pubblica l'intercettazione (http://is.gd/wb77xl). Briatore, sempre nella telefonata, aggiunge: "E poi (Fede) è andato a dire al presidente: 'Erano i soldi che gli ho prestato'. Invece non è vero, figlio di putt...". "Che gentaglia!" è stato il commento finale della Santanchè. "Pensavo fossero degli amici ed invece i peggiori nemici sono quelli che ti stanno più vicino" risponde quindi Emilio Fede (Tgcom - http://is.gd/UbQYe2). "Sono cose che fanno parte della arroganza e della imbecillità di persone che conosco da trent'anni" continua il direttore del TG4, che sottolinea che "quella roba indecente" sarebbe "talmente tanto chiarita" da non aver neanche bisogno di "commenti". "E' agli atti dell'indagine e lo ha detto lo stesso Mora pubblicamente che quando era in difficoltà economiche - spiega Emilio Fede - io gli ho fatto un prestito che lui mi ha restituito. Lo stesso Berlusconi mi ha detto quando ho cercato di spiegare le illazioni: Emilio, stai tranquillo, so che non ti sei appropriato di nulla". Per Emilio Fede le frasi di Briatore riportate nell'intercettazione, quando spiega alla Santanchè che Silvio Berlusconi avrebbe "ripreso" il bunga bunga "non più lì (ad Arcore), ma nell'altra villa (...)" ma che comunque è "tutto come prima, non è cambiato un caz... Stessi attori (...) stesso film, proiettato in un cinema diverso (...). Come prima, più di prima. Stesso gruppo, qualche new entry, ma la base del film è uguale, il nocciolo duro, 'Cento vetrine' ", sarebbero solo delle "cose allucinanti", anche perché, conclude: "Dette da persone che consideravo amici e non solo io: Santanché ha fatto praticamente la portavoce di Berlusconi e Briatore lui lo ha sempre trattato come un amico. Insomma, è vero quando dicono che i peggiori nemici sono quelli che ti stanno più vicino...".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: