le notizie che fanno testo, dal 2010

Intelligenza artificiale, Elon Musk: solo 5-10% possibilità che non annienti umanità

Elon Musk continua ad avvertire sui pericoli dell'intelligenza artificiale affermando che c'è "solo un 5-10% di possibilità" che sia sicura per il genere umano. Ma continua a finanziare chi crea dispositivi per far interfacciare il cervello ad un computer.

In attesa che gli venga impiantato un chip per potersi interfacciare con un computer, Elon Musk dovrebbe forse fare prima pace con il suo di cervello.
Il fondatore di Tesla e SpaceX, infatti, da qualche mese continua ad avvertire che l'intelligenza artificiale distruggerà l'intera umanità.
Secondo Elon Musk, infatti, al massimo entro 5 anni potrà essere sperimentata una "significativa interfaccia parziale cerebrale", che permetterà di fondere il cervello umano con l'intelligenza artificiale. C'è chi dubita però degli stabilianti risultati propagandati in questo campo, visto che appena un anno fa l'auto elettrica a guida autonoma Tesla Model S si è schiantata contro un tir (le cui dimensioni anche per degli occhi cibernetici non sono certo minuscole), uccidendo il 40enne Joshua Brown che la stava testando.

Nel precisare che l'intelligenza artificiale non esiste e mai esisterà perché le macchine non possono pensare, Elon Musk invece rimane seriamente preoccupato sui progressi dei cosiddetti robot killer, auspicando che si arrivi presto ad una regolamentazione mondiale su questi sistemi di arma autonomi.

In un recente dibattito pubblico, il miliardario sudafricano avverte infatti che gli sforzi per rendere sicura l'intelligenza artificiale hanno "solo un 5-10% di possibilità di successo". Peccato però che tale discorso sia stato fatto davanti ai dipendenti della società californiana Neuralink, che studia e lavora su come impiantare dispositivi tecnologici nel nostro cervello per creare interfacce mente-computer ed è (lautamente) finanziata proprio da Elon Musk.

Tra gli scopi di Elon Musk (oltre alla probabile speculazione in Borsa) c'è infatti quello di combattere l'intelligenza artificiale assimilandola, per connettere il cervello al cloud computing attraverso un "laccio neurale" ispirato allo scrittore di fantascienza Iain Banks di cui il sudafricano è un fan. Ma probabilmente non ha letto ancora "Modello Due" di Philip K. Dick.

© riproduzione riservata | online: | update: 25/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Intelligenza artificiale, Elon Musk: solo 5-10% possibilità che non annienti umanità
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI