le notizie che fanno testo, dal 2010

Vieni via con me, Elio e le Storie Tese: l'elenco della Terra dei cachi

Elio e le Storie Tese a "Vieni via con me" hanno portato il loro elenco, cantando la sempre attualissima "La Terra dei cachi", con due sole piccole modifiche perché già nel 1996 sull'Italia era già stato detto tutto.

All'ultimo minuto Elio e le Storie Tese sono stati invitati a cantare nel programma condotto da Fabio Fazio e Roberto Saviano "Vieni via con me". L'attesa da parte del telespettatore era grande, soprattutto per la curiosità di vedere cosa il gruppo si sarebbe inventato ma come sempre accade gli Elii riescono a non deludere. Purtroppo il format (un po' banale) della trasmissione limita molto gli ospiti che intervengono, tanto che la partecipazione di Corrado Guzzanti, per esempio, è stata molto al di sotto delle aspettative. Un artista, d'altronde, ha bisogno del suo palcoscenico e la formula degli elenchi spesso non riesce a racchiudere quanto si vorrebbe magari esprimere.
Tale rischio esisteva anche per Elio e le Storie Tese ma la band, che non è stata né presentata né salutata da Fabio Fazio e tantomeno da Roberto Saviano, è riuscita a dire tutto ciò che doveva essere sottolineato con un loro vecchio ma sempre attuale successo, "La Terra dei cachi" che è "il loro elenco".
Cosa aggiungere dell'Italia quando già nel 1996 (quando arrivò seconda al Festival di Sanremo) Elio e le Storie Tese cantavano "Parcheggi abusivi, applausi abusivi, villette abusive, abusi sessuali abusivi; tanta voglia di ricominciare abusiva. Appalti truccati, trapianti truccati, motorini truccati che scippano donne truccate" solo che in quest'ultima versione "il visagista delle dive (che era truccatissimo, ndr) nel frattempo è morto".
Non è l'unico cambiamento che Elio apporta al testo originale (il cui videoclip è tutto da rivedere sul loro canale di Youtube al link http://tinyurl.com/2fcquka) perché dopo la esplicativa strofa "una pizza in compagnia, una pizza da solo; un totale di due pizze e l'Italia è questa qua" ecco spuntare come se niente fosse un "WikiLeaks" tra un "Fufafifì" e un "Italia evviva".
Per chi si fosse perso l'esibizione di ieri sera basta andare sul sito internet di "Vieni via con me" (al link: http://tinyurl.com/35szxl8) per ricordare l'Italia della "strage impunita", del commando che "non ci sta e allo stadio se ne va" e del "crogiuolo di pinze nella panza".
A conclusione del tutto qualcuno, come prima dell'esibizione di stasera, ha interpellato sempre il "Grande Jantoman" (Oracolo che vive nel loro sito ufficile) che alla domanda se ad Elio e le Storie Tese è piaciuto partecipare a "Vieni via con me" ha risposto emblematicamente: "No, cioè forse, ma praticamente no".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: