le notizie che fanno testo, dal 2010

Omicidio Elena Ceste: arrestato Michele Buoninconti. Contro di lui il cellulare

Svolta nell'omicidio di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti. Arrestato il marito di Elena Ceste, Michele Buoninconti, con l'accusa di omicidio volontario e per l'occultamento di cadavere . Contro l'uomo ci sarebbero alcune incongrenze nella ricostruzione fatta in merito alla sparizione della moglie e un tabulato telefonico.

Svolta nell'omicidio di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti che scomparve da casa il 23 gennaio del 2014, il cui corpo in avanzato stato di decomposizione è stato ritrovato il 18 ottobre a circa un chilometro dall'abitazione, nel fango nel rio Mersa. I Carabinieri di Asti hanno infatti arrestato il marito di Elena Ceste, Michele Buoninconti, con l'accusa di omicidio volontario e per l'occultamento di cadavere della donna. Stando agli inquirenti Elena Ceste "sarebbe deceduta per morte violenta (come sarebbe emerso dall'autopsia, ndr)nella sua abitazione". Il comendante dei carabinieri di Asti, Fabio Federici, aggiungerebbe: "Escludiamo l'annegamento. Probabile l'asfissia". Secondo gli investigatori, il movente di Michele Buoninconti sarebbe da ricercare nel contesto familiare in cui emergerebbe "criticità e conflittualità". Michele Buoninconti, 45 anni, si è sempre dichiarato innocente, e fu lui a denunciare la scomparsa della moglie. Il marito di Elena Ceste fu iscritto nel registro degli indagati il 24 ottobre scorso. Contro l'uomo, vigile del fuoco, ci sarebbero alcune incongrenze nella ricostruzione fatta in merito alla sparizione della moglie e un tabulato telefonico, poiché il suo cellulare avrebbe agganciato la cella che copre la zona dove è stato ritrovato il cadavere della donna prima che Michele Buoninconti denunciasse la scomparsa di Elena Ceste.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: