le notizie che fanno testo, dal 2010

Electrolux: sindacati "rigettano" piano. Verso manifestazioni a Roma e Porcia

I sindacati metalmeccanici Fim-Cisl, Fiom e Uilm "rigettano completamente" il piano di tagli avanzato da Electrolux per mantenere la produzione in Italia. Da definire le date delle due manifestazioni di protesta, una a Roma e l'altra presso lo stabilimento di Porcia, a rischio chiusura.

I sindacati metalmeccanici Fim-Cisl, Fiom e Uilm "rigettano completamente" il piano di tagli avanzato da Electrolux per mantenere la produzione in Italia. La posizione è stata espressa al termine del coordinamento sindacale unitario su Electrolux svoltosi ieri 3 febbraio a Mestre. Il piano è stato rifiutato per quanto riguarda la proposta di riduzione del salario, per la prospettiva di contrazione dell'orario di lavoro e la chiusura di Porcia. Oggi le segreterie nazionali dei sindacati confederali si incontreranno a Roma al Mise per il tavolo nazionale sul settore dell'elettrodomestico, e al contempo definiranno il programma di manifestazioni di protesta contro il piano della Electrolux. Mentre le date sono ancora da stabilire, è probabile che ci saranno due manifestazioni, una a Roma e l'altra presso lo stabilimento di Porcia, a rischio chiusura. Per il 17 febbraio è invece previsto, sempre al Mise, un vertice a cui dovranno partecipare anche la presidenza del Consiglio, il ministro del Lavoro e i presidenti di Regione. I sindacati vogliono arrivare a quella data con proposte concrete di intervento sia da parte delle Regioni che del governo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: