le notizie che fanno testo, dal 2010

Electrolux: riduzione stipendi è meno di 130 euro netti al mese

Il nuovo piano industriale della Electrolux ha messo sul piede di guerra lavoratori e sindacati, che ritengono "irricevibile" la proposta dell'azienda svedese. Electrolux in una nota precisa però che "la proposta del costo dell'ora lavorata prevede una riduzione di 3 euro. In termini di salario netto questo equivale a circa 8% di riduzione ovvero a meno 130 euro mese".

Dopo le notizie apparse nella serata di ieri sul nuovo piano industriale della Electrolux, l'azienda in una nota precisa: "La proposta tutta da discutere del costo dell'ora lavorata prevede una riduzione di 3 euro. In termini di salario netto questo equivale a circa 8% di riduzione ovvero a meno 130 euro mese". Le prime indiscrezioni stampa parlavano invece di una riduzione di stipendio per i lavoratori pari a circa il 50%, tanto che il salario sarebbe passato da 1.400 euro a 700-800 euro. "Nel corso dell'incontro - con i sindacati, continua la nota della Electrolux - è stata anche avanzata l'ipotesi di raffreddare l'effetto inflattivo del costo del lavoro, responsabile del continuo accrescere del gap competitivo con i paesi dell'est Europa, attraverso il congelamento per un triennio degli incrementi del contratto collettivo nazionale di lavoro e degli scatti di anzianità". La Electrolux quindi conclude: "Ovviamente l'azienda ha dato piena e ovvia apertura a considerare altre forme di riduzione del costo del lavoro con minori o, se possibile, nulle conseguenze sui salari. L'azienda ribadisce anche che, il regime di 6 ore assunto come base per tutti i piani industriali, è da considerarsi con applicazione della solidarietà, come da accordi sottoscritti e dei quali auspica il prossimo rinnovo". Nonostante questo, i sindacati rimangono sul piede di guerra, con la Uilm che già ieri sottolineava come la vertenza Electrolux rappresenta "il 'canto del cigno' di quel che doveva essere e non è stato" e annunciava come questo sia "il tempo della lotta dura e ad oltranza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: