le notizie che fanno testo, dal 2010

Mubarak prosciolto dall'accusa di omicidio di 239 manifestanti in Piazza Tahrir

L'ex presidente egiziano Hosni Mubarak è stato prosciolto dall'accusa di complicità nell'omicidio dei 239 manifestanti in Piazza Tahrir durante la Primavera araba del 2011, che portò alle sue dimissioni.

L'ex presidente dell'Egitto Hosni Mubarak è stato prosciolto dall'accusa di complicità nell'omicidio dei 239 manifestanti in Piazza Tahrir durante la Primavera araba del 2011, che portò alle sue dimissioni. Secondo la Corte d'Assise del Cairo, infatti, Hosni Mubarak non doveva essere nemmeno processato e quindi la sentenza non può essere né di assoluzione né tantomeno di condanna. Mubarak rimarrà comunque in carcere, presso l'ospedale militare, poiché sta scontando i tre anni inflitti per un caso di corruzione. Il primo commento di Mubarak è stato: "Finalmente il verdetto ha provato che non ho commesso reati. Me l'aspettavo, avevo fiducia in Dio e nella mia innocenza: non ho mai dato l'ordine di uccidere i manifestanti. Assolutamente no". L'ex presidente è stato assolto anche dall'accusa di corruzione, in un caso di vendita di gas a Israele, e da quella per tangenti. A processo c'erano anche l'ex ministro degli interni Habib al-Adly e alcuni capi dei servizi segreti, che sono stati anch'essi assolti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: