le notizie che fanno testo, dal 2010

Egitto dopo attacco a check-point, el Sisi: terrorismo sarà sradicato

E' stato proclamato per oggi il lutto nazionale in Egitto, dopo l'attacco contro un check-point che ha provocato la morte di 22 soldati e il ferimento di altri quattro vicino al confine con la Libia. Il presidente Abdel Fattah el-Sisi ha avvertito: "Il terrorismo sarà sradicato da tutto l'Egitto".

Sale le tensione anche in Egitto. E' stato proclamato per oggi il lutto nazionale in Egitto, dopo l’attacco contro un check-point che ha provocato la morte di 22 soldati e il ferimento di altri quattro, nell’area desertica del governatorato di Al-Gadid, 650 chilometri a ovest del Cairo, vicino al confine con la Libia. Cinque guardie di frontiera erano state uccise nella stessa zona appena un mese fa. Da quando nel luglio 2013 è caduto il presidente islamista Mohamed Morsi ed è iniziata la repressione dei Fratelli Musulmani, l'Egitto ha registrato diversi attacchi rivendicati da non meglio specificati "jihadisti". Commentando l'ultima sanguinosa vicenda, il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi ha avvertito: "Questo crimine odioso non resterà senza risposta. Il terrorismo sarà sradicato da tutto l’Egitto. - concludendo - Tutti i responsabili e gli autori di azioni contrarie alla legge riceveranno la punizione che meritano". In molti temono che l'instabilità che si registra nella vicina Libia, dove le milizie stanno ancora combattendo per il controllo dell'aeroporto di Tripoli, possa quindi estendersi anche in Egitto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: