le notizie che fanno testo, dal 2010

Bisfenolo A: in bozza Efsa riduce la dose giornaliera tollerabile

L'Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare), nella bozza di parere pubblicata lo scorso gennaio, ha ridotto di un decimo la dose giornaliera tollerabile (TDI) del Bisfenolo A. La Coldiretti sottolinea quindi come "ci sono molte incertezze nella valutazione dei rischi".

L'Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare), nella bozza di parere pubblicata lo scorso gennaio, ha ridotto di un decimo la dose giornaliera tollerabile (TDI) del Bisfenolo A. Come sottolinea la Coldiretti, ciò va a confermare che "ci sono molte incertezze nella valutazione dei rischi". Jean-Pierre Cravedi uno dei nuovi membri del panel CEF, ritiene che il Bisfenolo A (BPA) anche a basse dosi sia in grado di influire negativamente sul metabolismo globale, inclusi il metabolismo energetico e le funzioni cerebrali. In uno studio pubblicato nel maggio dello scorso anno sulla rivista Environmental Health Perspectives, Cravedi definisce infatti il Bisfenolo A come "noto interferente endocrino". La Coldiretti sottolinea come fino ad ora l'Efsa ha sempre descritto la sostanza come principio attivo endocrino, ma non come interferente endocrino. La decisione finale dell'Efsa sulla sicurezza del BPA è atteso entro la fine dell'anno, ma visti i nuovi pareri che arrivano direttamente da alcuni membri del panel l'Agenzia francese per la sicurezza alimentare sembra poter già esultare, alla vigilia dell'entrata in vigore della legge che mette al bando l'utilizzo del BPA nei materiali a contatto con gli alimenti a partire dal prossimo anno.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: