le notizie che fanno testo, dal 2010

Virus Ebola: un morto anche a Freetown, capitale della Sierra Leone

Il virus Ebola ha raggiunto anche la capitale della Sierra Leone, Freetown. A morire a causa dell'infezione una donna di 32 anni, parrucchiera. Venerdì scorso un primo decesso per l'Ebola era stato registrato anche nella megalopoli nigeriana di Lagos: vittima però un liberiano arrivato dalla Sierra Leone.

Il virus Ebola ha raggiunto anche la capitale della Sierra Leone. Il virus Ebola si era già difuso in Sierra Leone, così come in Guinea e Liberia, ma finora l'epidemia aveva raggiunto solo le regioni orientali di Kenema e Kailahun. In queste ore è stato invece annunciato un primo decesso causato dal virus dell’Ebola a Freetown, dove ha colpito una donna di 32 anni, parrucchiera. Venerdì scorso un primo decesso per l’Ebola era stato registrato anche nella megalopoli nigeriana di Lagos: vittima però un liberiano arrivato dalla Sierra Leone, atterrato all'aeroporto di Lomé. Sotto stretta sorveglianza tutti i passeggeri che hanno viaggiato con la vittima liberiana. Secondo l’ultimo bilancio diffuso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dallo scorso febbraio il virus Ebola ha già provocato la morte di 660 persone, di cui 314 in Guinea, 219 in Sierra Leone, 127 in Liberia e una in Nigeria, mentre i contagi sono stati più di 1100. Nella capitale della Liberia, Monrovia, le autorità hanno deciso di chiudere la maggior parte dei posti di frontiera proprio per cercare di arginare l'epidemia di Ebola. La presidente della Liberia, Ellen Johnson Sirleaf, ammette che la diffusione della malattia rappresenta un "problema sanitario nazionale", assicurando che nel Paese sono state imposte "misure sanitarie molto severe".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: