le notizie che fanno testo, dal 2010

Virus Ebola è mutato? Un caso in Senegal. OMS: improbabile epidemia in UE

L'epidemia da virus Ebola non sembra arrestarsi. L'Ebola ha infatti sconfinato in Senegal, nonostante il Paese avesse chiuso i confini e impedito gli scali diretti dei voli provenienti da Guinea, Liberia, Sierra Leone e Nigeria. A questo, si aggiunge il fatto che il virus Ebola sarebbe mutato geneticamente. La possibile mutazione dell'Ebola potrebbe quindi ostacolare non solo la diagnosi ma anche il trattamento dell'infezione, rischiando di renedere vano anche un futuro vaccino.

Appena ieri l'Organizzazione Mondiale per la Sanità avvertiva che l'epidemia da virus Ebola potrebbe colpire oltre 20mila persone, ed aggiornava il bilancio delle vittime. Tra Guinea, Liberia, Sierra Leone e Nigeria sono infatti almeno 1.552 i morti per Ebola. I malati di Ebola segnalati dall'OMS dall'inizio dell'epidemia sono invece 3.069, ma oggi viene annunciata una nuova infezione, che non farebbe notizia se questa non fosse stata segnalata dal Senegal. L'Ebola sembra quindi aver sconfinato in un nuovo Stato dell'Africa occidentale, come conferma il ministro della Sanità del Senegal Awa Marie Coll Seck. In realtà, il paziente che ha contratto l'Ebola è un cittadino della Guinea in viaggio in Senegal, attualmente in quarantena. Appena la scorsa settimana il Senagal ha chiuso i suoi confini con la vicina Guinea proprio per il timore che l'epidemia si potesse diffondere anche nel Paese, impedendo inoltre ai voli diretti da Guinea, Sierra Leone e Liberia di fare scalo nei suoi aeroporti. Ciò però non sembra essere bastato per evitare che il virus Ebola entrasse in Senagal. Ed ecco perché le rassicurazioni dell'OMS sul fatto che è "molto improbabile che il virus Ebola raggiunga l'Europa" lasciano i più perlomeno perplessi, visto che la comunità internazionale non ha stabilito nessuna restrizione di viaggio da e per i Paesi colpiti dalla mortale malattia. L'epidemia da Ebola oltretutto non sembra aver ancora raggiunto il suo picco massimo, visto che il 40% delle infezioni si è verificato nelle ultime tre settimane. Ad aggravare la situazione, il fatto che il virus Ebola sarebbe mutato durante l'epidemia, come riporta il Washington Post. La possibile mutazione dell'Ebola potrebbe quindi ostacolare non solo la diagnosi ma anche il trattamento dell'infezione, come avvertono gli scienziati che hanno analizzato geneticamente il virus estratto da decine di vittime in Africa occidentale. Se la mutazione dell'Ebola fosse confermata, non si comprende quindi quanto e se il vaccino che la GlaxoSmithKline starebbe per testare su alcune persone potrebbe essere efficace, sempre che la sperimentazione dia i risultati sperati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: