le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola: secondo caso negli USA, secondo caso di infezione fuori dall'Africa

Secondo caso di Ebola negli Stati Uniti, sempre in Texas. E secondo caso in cui il contagio dell'Ebola avviene fuori dall'Africa occidentale. Ad aver contratto l'Ebola una infermiera che si era presa cura di Thomas Eric Duncan

Secondo caso di Ebola negli Stati Uniti, sempre in Texas. E secondo caso in cui il contagio dell'Ebola avviene fuori dall'Africa occidentale. Ad aver contratto l'Ebola una infermiera che si era presa cura di Thomas Eric Duncan, il "paziente zero" morto mercoledì scorso a causa del virus. Oltre all'infermiera, altri 48 operatori sanitari sono sotto osservazione, anche se le autorità considerano per loro "basso" il rischio di infezione. Non è ancora chiaro come l'infermiera possa aver contratto l'Ebola, visto che il contagio dovrebbe avvenire solo se una persona entra in contatto con i fluidi corporei di un infetto dal virus. Tom Freiden, capo del Centers for Disease Control and Prevention, ha già ipotizzato però che l'infermiera di Dallas possa aver violato le procedure di sicurezza mentre prestava le cure a Duncan. Il CDC ha quindi annunciato che sarà avviata una indagine per comprendere se la rimozione degli indumenti protettivi del personale sanitario avvenga in maniera corretta. Anche l'infermiera in Spagna, infatti, averebbe (ma il condizionale è d'obbligo) contratto l'Ebola a causa di errori nel togliersi la tuta protettiva, che indossava mentre curava il missionario Manuel Garcia Viejo contagiato con l'Ebola in Africa occidendale. Paradossale però che sempre la CDC spieghi però, agli operatori umanitari che si recano nei paesi dell'Africa occidentale, che una persona potrebbe contrarre il virus anche se "si intrattiene un lungo periodo di tempo ad una distanza di un metro da una persona che è malata di Ebola".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: