le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola, primo caso sospetto a Roma. JDD: dipendente PAM allo Spallanzani

Anche l'Italia starebbe affrontando un primo caso sospetto di virus Ebola. Sembra che un dipendente del PAM (Programma Alimentare Mondiale), rientrato da una missione in Liberia, sia infatti ricoverato all'ospedale Spallanzani di Roma, dove si starebbe seguendo per il caso il "protocollo Ebola".

Ci sarebbe un primo caso sospetto di Ebola a Roma. La notizia prima che in Italia è cominciata a circolare in Francia. Un dipendente del PAM (Programma Alimentare Mondiale) sarebbe infatti ricoverato all'ospedale Spallanzani di Roma dove si starebbe seguendo per il caso il "protocollo Ebola". Secondo le prime indiscrezioni, il dipendente del Programma Alimentare Mondiale (ONU) sarebbe rientrato da poco da una missione in Liberia. Il giornale francese LeJDD ha parlato con il portavoce per l'Italia del WFP (World Food Programme), Vichi De Marchi, la quale avrebbe precisato che quello del dipendente per il momento "non è un caso confermato" di Ebola. Allo Spallanzani di Roma sarebbero infatti in corso le analisi e i test per appurare o meno se il dipendente del PAM abbia contratto realmente il virus Ebola. Anche la nostra redazione ha contattato l'ufficio stampa del PAM. La De Marchi non era reperibile e la sua segreteria ha semplicemente risposto che "in questo momento non poteva dire niente" e che ci avrebbe fatto contattare al più presto da qualcuno, che qualcosa di più forse potrebbe dire in merito a quello che potrebbe essere il primo vero caso sospetto di Ebola in Italia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: