le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola: morto il paziente zero, primo caso diagnosticato negli Stati Uniti

Thomas Eric Duncan, 42 anni, che verrà ricordato come il "paziente zero" poiché è stato il primo (e si spera l'ultimo) caso di Ebola diagnosticato negli Stati Uniti, è morto oggi durante il suo isolamento al Texas Health Presbyterian Hospital, a Dallas. Ancora sotto osservazione 48 persone, che hanno avuto contatti con Duncan.

Nelle ultime ore si erano aggravate le condizioni di salute di Thomas Eric Duncan, 42 anni, che verrà ricordato come il "paziente zero" poiché è stato il primo (e si spera l'ultimo) caso di Ebola diagnosticato negli Stati Uniti. Duncan è infatti morto oggi durante il suo isolamento al Texas Health Presbyterian Hospital, a Dallas. Per cercare di salvare la vita a Duncan, i medici hanno anche tentato la cura attraverso il farmaco antivirale sperimentale brincidofovir, trattamento permesso dalla Food and Drug Administration in caso di emergenza. Dopo la morte del "paziente zero", il sindaco di Dallas, Mike Rawlings, ha rassicurato nuovamente i suoi concittadini sul fatto che "il virus Ebola non si diffonderà nella comunità". Le autorità di Dallas tengono sotto osservazione 48 persone, la maggior parte delle quali non sono state messe in quarantena ma sono state invitate comunque a rimanere a casa durante il periodo di incubazione dell'Ebola, che varia dai 2 ai 21 giorni. Sono 10 le persone ritenute più ad alto rischio di aver contratto l'Ebola, tra cui sette operatori sanitari e tre parenti e membri della comunità che hanno avuto contatti diretti con Thomas Eric Duncan.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: