le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola: italiana ad Istanbul non è stata contagiata dal virus

La 23enne italiana di rientro in Italia dopo una missione in Ciad e tenuta in quarantena in Turchia non ha contratto il virus Ebola. Gli esami del sangue sono stati effettuati anche a un compagno che era in viaggio con la ragazza.

Come era prevedibile, la 23enne italiana tenuta in quarantena in Turchia in via precauzionale non ha l'Ebola. La giovane modenese era stata trattenuta in un ospedale di Istanbul dopo essersi sentita male su un aereo partito dalla Nigeria. I sintomi sembravano far sospettare un contagio da virus Ebola, anche se fin da subito si era ipotizzato anche un malore forse dovuto alla malaria. In realtà, la 23enne modenese non sarebbe effetta nemmeno da tale parassitosi. Gli esami del sangue sono stati effettuati anche a un compagno che era in viaggio con la ragazza. I due ragazzi erano di rientro da una missione in Ciad organizzata dall''Arcidiocesi di Modena-Nonantola che in una nota rivolge "un grande ringraziamento anche ai Padri Salesiani di Istanbul, che si sono occupati dei giovani viaggiatori". L'Arcidiocesi sottolinea: "La partecipazione a questi campi, libera, scelta dai giovani, preparata nel corso dell'anno precedente, supportata ed accompagnata da persone con esperienza, permette ai giovani l'incontro e lo scambio, ed è un'esperienza che, come raccontano ogni volta i giovani al ritorno, arricchisce il visitatore e le comunità che accolgono, una vera esperienza formativa, che per molti ragazzi si trasforma poi in uno stimolo all'impegno quotidiano nei luoghi in cui vivono".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: