le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola: infermiera torna in Scozia da Sierra Leone e si ammala. Trasferita a Londra

Nuovo caso di virus Ebola in Europa, con una infermiera che era appena tornata dalla Sierra Leone ma ha cominciato ad accusare i primi sintomi della malattia quando già arrivata in Gran Bretagna. La donna era tornata a Glasgow (Scozia), ma primava aveva fatto scalo a Casablanca e a Londra Heathrow. Una seconda persona si sta sottoponendo ai test per capire se è stata contagiata dall'Ebola.

Nuovo caso di virus Ebola in Europa, con una infermiera che era appena tornata dalla Sierra Leone ma ha cominciato ad accusare i primi sintomi della malattia quando già arrivata in Gran Bretagna, dopo aver viaggiato in aereo e fatto diversi scali. L'infermiera Pauline Cafferkey era stata ricoverata inizialmente presso il Gartnavel Hospital di Glasgow, poi però trasferita al Royal Free Hospital di Londra dove era stata curata l'infermiera William Pooley. Le autorità inglesi assicurano la popolazione che il rischio di contagio rimane basso, e spiegano che l'infermiera aveva avuto uno solo stretto contatto una volta giunta a Glasgow, con il suo partner. Per precauzione, però, verranno rintracciati tutti i passeggeri degli aerei sui quali ha viaggiato l'infermiera, una operatrice sanitaria del NHS che lavorava con Save the Children in Sierra Leone. Pauline Cafferkey è rientrata in Scozia dalla Sierra Leone domenica 28 dicembre, anche se prima di atterrare a Glasgow aveva fatto scalo sia a Casablanca che a Londra Heathrow. Un portavoce di British Airways ha dichiarato: "Stiamo lavorando a stretto contatto con le autorità sanitarie in Inghilterra e Scozia per offrire assistenza con tutte le informazioni di cui hanno bisogno. La sicurezza dei nostri clienti e dell'equipaggio è sempre la nostra priorità. - assicurando - Il rischio per le persone a bordo (con l'infermiera contagiata, ndr) è estremamente basso". L'infermiera è stata ricoverata in ospedale la mattina di lunedi 29 dicembre dopo che ha accusato alcuni malesseri, tra cui alcuni sintomi che hanno fatto ipotizzare immediatamente al virus Ebola quali febbre improvvisa, dolori muscolari, affaticamento, mal di testa e mal di gola. La donna è stata quindi messa in isolamento alle ore 07:50 (locali) di lunedì 29 dicembre. Una seconda persona, probabilmente quella che è stata più a stretto contatto con Pauline Cafferkey, si sta sottoponendo ai test per capire se è stata contagiata dall'Ebola.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: