le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola: dimesso infermiere di Sassari. Test RNA virus è negativo

L'Ospedale Spallanzanin di Roma ha dimesso l'infermiere di Emergency che ha cominciato a presentare i primi sintomi del virus Ebola una volta rientrato a Sassari dalla Sierra Leone. Lo Spallanzani precisa che la decisione di dimettere l'infermiere di Emergency Stefano Marongiu è stata presa perché la ricerca del RNA virale del virus Ebola è stata "ripetutamente negativa" in tutti i materiali studiati.

A neanche un mese dal ricovero, l'infermiere di Emergency che ha cominciato a presentare i primi sintomi del virus Ebola una volta rientrato a Sassari dalla Sierra Leone è stato dimesso. L'Ospedale Spallanzani di Roma comunica infatti, attraverso uno nota, che "Stefano Marongiu ricoverato dal 13 maggio" è finalmente guarito e può tornare a casa. Lo Spallazani ricorda quindi: "Il paziente, infermiere di rianimazione in forza dal 14 febbraio al 6 maggio 2015 presso l'ospedale di Emergency a Goderich, vicino Freetown in Sierra Leone, ha manifestato sintomatologia febbrile dal pomeriggio di domenica 10 maggio nella città di Sassari. E' stato ricoverato il giorno 11 maggio in isolamento nella Divisione di Malattie Infettive dell'Ospedale di Sassari. Dopo la conferma della diagnosi di MVE (Malattia da Virus Ebola, ndr), test eseguito presso il laboratorio di Virologia di questo Istituto, il paziente è stato trasferito a Roma in alto biocontenimento con aereo della Aereonautica Militare e ricoverato presso l'Istituto Spallanzani. Al suo ingresso il paziente appariva febbrile, confuso, e bradicardico. Ha subito iniziato terapia antivirale per via orale. In seconda giornata di ricovero, il paziente ha ricevuto la prima dose per via parenterale di anticorpi monoclonali specifici, l'infusione è stata ripetuta in V giornata senza alcuna complicanza immediata. Nei 3 giorni successivi il ricovero, la febbre è perdurata ed è comparsa sintomatologia gastrointestinale poi risoltasi a partire dal 5 giorno. Durante la fase di convalescenza è comparsa sintomatologia esantematica febbrile associata ad altri sintomi clinici rilevanti poi regredita durante terapia medica". Lo Spallanzani precisa quindi che la decisione di dimettere l'infermiere di Emergency Stefano Marongiu è stata presa perché la ricerca del RNA virale del virus Ebola è stata "ripetutamente negativa" in tutti i materiali studiati. Da ricordare che solo recentemente si è scoperto che in un paziente ritenuto guarito dall'Ebola il virus si era invece continuato a replicare per mesi all'interno di un occhio. In Africa occidentale, invece, si continua a morire per il virus Ebola. Lunedì 8 giugno l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha infatti aggiornato il bilancio delle vittime dell'attuale epidemia di Ebola, salite a 11.154. Il numero degli infettati dal virus invece, secondo le stime ufficiali dell'OMS, sono 27.219.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: