le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola: Obama manda militari USA in Africa, ma con quarantena in Italia

Barack Obama a fine settembre annuncia che avrebbe inviato 3mila soldati americani in Africa occidentale per fronteggiare l'epidemia di virus Ebola. La sede della Us Army Africa è a Vicenza, ed è lì che stanno tornando i militari USA inviati in Liberia, Sierra Leone e Guinea per effettuare la quarantena, però solo di 21 giorni.

Un gruppo di soldati americani di ritorno dalla Liberia sono stati messi in isolamento a Vicenza per il timore che possano aver contratto il virus Ebola. A rendere nota la notizia non il Ministero della Salute ma la CBS News, che parla di 11 soldati in isolamento tra cui il generale maggiore Darryl Williams. Solo pochi giorni fa, proprio il maggiore Darryl William dalla Monrovia, dove era stato inviato da Barack Obama per coordinare l'operazione atta a fronteggiare (finora senza alcun successo) l'epidemia di virus Ebola, auspicava che "tutta la città di Vicenza si senta parte attiva di questa grande operazione in quanto sede di Us Army Africa", presso la caserma Ederle. I militari di ritorno dalla Liberia sarebbero stati accolti dai Carabinieri, vestiti da quanto apprende la CBS News con le tute di sicurezza stile Hazmat. Sono diverse centinaia i militari USA che torneranno a Vicenza dalla Liberia per effettuare la quarantena. La CBS News parla di un periodo di isolamento di 21 giorni, cioè quello che viene considerato il periodo massimo di incubazione del virus Ebola. In realtà, è la stessa OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, ha rivelare che un 3% delle persone contagiate sviluppa l'Ebola entro i 42 giorni, mentre non è chiaro il periodo di incubazione del virus che sta mietendo vittime in Africa occidentale per un restante 2%. In molti sperano quindi che i militari che rientrano a Vicenza rimagano in quarantena, appunto, perlomeno 40 giorni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: