le notizie che fanno testo, dal 2010

Ebola: 23enne italiana in quarantena in Turchia, ma forse è solo malaria

Una 23enne italiana ha accusato dei sintomi che hanno fatto ipotizzare un contagio da virus Ebola durante un volo dalla Nigeria in Turchia, dove è stata messa in quarantena. Si attendono i risultati delle analisi, anche che si pensa che la ragazza possa aver avuto dei malori legali alla malaria.

Una donna italiana di 23 anni è stata ricoverata in Turchia per il timore chepossa aver contratto il virus Ebola, visto che presenta alcuni sintomi simili alla mortale infezione che sta mietando vittime in Africa occidentale. In realtà, l'ipotesi più plausibile è che la 23enne abbia avuto o una ricaduta della malaria oppure o una reazione a dei farmaci anti-parassitosi che gli erano stati prescritti. La giovane è stata messa in quarantena all'aeroporto Ataturk di Istanbul dopo essere scesa febbricitante da un volo partito dalla Nigeria. La 23enne, però, non avrebbe viaggiato in Nigeria, dove l'epidemia di Ebola non è ancora sotto controllo. Secondo fonti della Farnesina, la ragazza infatti lavorava in Ciad e stava tornando in Italia. L'aereo ha però fatto scalo a Kano, in Nigeria, ma la giovane non sarebbe scesa a terra. La 23enne italiana avrebbe cominciato ad accusare malori, quali febbre alta e vomito, quando era sul volo partito da Kano, ed è immediatamente scattato l'allarme per la paura di una infezione da Ebola. Si attendono i risultati delle analisi del sangue per escludere definitivamente il contagio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: