le notizie che fanno testo, dal 2010

Strauss-Kahn, parla la regina dell'hard: è libertino ma gentiluomo

In difesa di Dominique Strauss-Kahn arriva la "regina dell'hard" Natasha Kiss che rivela di aver conosciuto DSK ci rca 5 anni fa, di aver avuto "rapporti" con lui e di ricordarlo non come "un bavoso" ma come "un gentiluomo".

Dominique Strauss-Kahn, in attesa del processo che lo vede al banco degli imputati anche per tentato stupro verso una cameriera del Sofitel Hotel di New York, verrebbe "trattato peggio di un assassino" per Natasha Kiss, professione "regina dell'hard", che si è decisa a parlare per andare in difesa dell'ex direttore del FMI, intervistata dal Corriere della Sera (http://is.gd/XaSQYi). Natasha Kiss spiega di aver conosciuto DSK, che lei ribattezzò subito con il nome di "Gengis Khan", circa "quattro o cinque anni fa" a Parigi, in un "club privee". Natasha Kiss spiega di essere rimasta subito colpita da Strauss-Kahn in quanto "gentiluomo", visto che sembrava incassare i rifiuti delle donne con molta classe. Natasha Kiss spiega che alla fine Dominique Strauss-Kahn si avvicinò a lei e che "ci furono rapporti" anche con una sua amica. Ma ciò che intende testimoniare con questa intervista Natasha Kiss è che Strauss-Kahn "non era un allupato o un affamato di donne come lo si vuol dipingere. Fu gentilissimo, educatissimo non si è comportato da cane bavoso come spesso succede - spiega sottolineando - Anzi. Ci trattò con dolcezza, mi fece le coccole. E questo mi rimase impresso". Insomma, la Kiss ci metterebbe una mano sul fuoco sul fatto che DSK è innocente, spiegando che l'ex direttore dell'FMI è "solo un libertino" e nient'altro, e che le "sue carezze se li ricorda ancora". Chissà se la donna sarà quindi un teste per la difesa di Dominique Strauss-Kahn.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# cane# donne# FMI# New York# Parigi# rifiuti