le notizie che fanno testo, dal 2010

Art Clokey: su Youtube corto Gumbasia. Fantasia Disney di plastilina

Art Clokey e la sua arte di plastilina su Google. Ma da dove vengono Gumby e i suoi amici, simboli mondiali della clay animation? Sicuramente da un piccolo cortometraggio filmato da Art Clokey nel lontano 1953 e finito, in digitale, fortunatamente, anche su Youtube.

Arthur "Art" Clokey che oggi Google celebra con un doodle, l'ormai classico restyling del suo logo, è stato un pioniere della clay animation, ovvero l'arte di animare la plastilina a "passo uno". Il suo capolavoro, e personaggio più celebre, fu proprio Gumby, ovvero l'essenza della creta trasformata in una figura umanoide. Proprio nel doodle di Google si può ammirare il fascino essenziale di Gumby in compagnia dei suoi amici Blockheads, Prickle (il dinosauro giallo), Goo (la sirena blu) e Pokey (il cavallo arancione). Gumby "nacque" nella casa di Clokey a Corvina (vicino a Los Angeles) nei primi anni '50 con la complicità della moglie Ruth. Il futuro di Gumby fu radioso visto che, partendo dallo storico programma per bambini "Howdy Doody" della NBC, si conquistò una serie tutta sua che produsse 233 episodi a partire dal 12 novembre del 1955 sino al 30 dicembre del 1989. Ma da dove viene Gumby? La risposta è semplice: da Gumbasia. Il primo film girato con la tecnica della clay animation da Clokey (prima di Gumby) fu appunto Gumbasia, una "parodia in plastilina" di Fantasia di Disney. Il cortometraggio girato nel 1953 dura tre minuti ed è ispirato alle tecniche del professor Slavko Vorkapich (University of Southern California, mago del montaggio e del Kinescope) di cui Art Clokey è stato allievo e "protege". Il fatto che la radice "gumb-" sia presente sia in Gumbasia che in Gumby è spiegato da alcuni per il fatto che da bambino Clokey giocasse nella fattoria del nonno con un misto di fango e creta chiamata "gumbo". Alcuni pensano che questo fango si chiami in questo modo per via della classica zuppa (originaria della Louisiana) chiamata appunto "gumbo". Grazie a Youtube "Gumbasia", opera prima filmata di Clokey, è ancora ammirabile nella sua multiforme creatività (http://is.gd/TJY3B3). Per ricordarci che cosa possano fare i polpastrelli di un artista, senza gli scontati poligoni della grafica generata al computer.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: