le notizie che fanno testo, dal 2010

Maradona: triste come quando ho lasciato il calcio

Maradona è triste e amareggiato dopo la dura sconfitta della sua Argentina contro la Germania. "La tristezza di oggi è paragonabile a quella del giorno in cui ho lasciato il calcio", ammette sconsolato.

"La tristezza di oggi è paragonabile a quella del giorno in cui ho lasciato il calcio". Sono amare le parole di Diego Armando Maradona dopo la sconfitta della sua Argentina contro la Germania. "Potevamo finire fra migliori quattro squadre al mondo e avevamo tutti la stessa speranza" - continua il ct - "Ora mi fa male la delusione, ho quasi 50 anni, è una botta forte che non mi dà la forza per fare e dire altro".
Per Maradona è stato un duro colpo, che probabilmente non si aspettava. Reso ancora più duro dal risultato finale, un 4-0 schiacciante che fa pensare agli errori commessi in campo. C'è chi gli chiede se la scelta di schierare Messi è stata giusta, e il "Pibe de Oro" risponde che "chi dice che non sente la camicia che porta addosso in nazionale è uno stupido", aggiungendo che Messi ha fatto un grande Mondiale ed è stato brutto vederlo piangere negli spogliatoi.
Poi un pensiero solo per i suoi ragazzi. A Maradona non interessa se sarà mandato via come allenatore, ciò che conta per lui è che la squadra riesca a continuare a dimostrare "come è il calcio argentino, senza misteri e lotte" ma fatto di "attacco, di gol, di spettacolo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: