le notizie che fanno testo, dal 2010

Denise Pipitone: Cassazione assolve Jessica Pulizzi. Piera Maggio: mia figlia non rapita da alieni

Jessica Pulizzi, accusata di aver sequestrato nel 2004 la sorellastra Denise Pipitone, è stata assolta in via definitiva in Cassazione. "Provo una grande amarezza e una delusione enorme, ma adesso pretendo di sapere chi ha sequestrato la mia bambina" scrive su Facebook Piera Maggio.

Anche la Corte di Cassazione ha definitivamente assolto Jessica Pulizzi dall'accusa di aver sequestrato la sorellastra Denise Pipitone, la bimba di 3 anni sparita nel nulla a Mazara del Vallo (Trapani) il 1 settembre del 2004.

Anche il procuratore generale aveva chiesto la conferma della sentenza di assoluzione che Jessica Pulizzi aveva incassato sia in primo che in secondo grado, a causa "dell'assenza di indizi e di prove certe" contro l'imputata. Per il pg infatti non ci sono elementi per dimostrare che "nei 15 minuti indicati come orario del possibile rapimento Jessica lo abbia compiuto".

L'accusa contro Jessica Pulizzi era stata mossa dopo che gli inquirenti avevano ascoltato una frase in dialetto siciliano detta dall'allora 17enne mentre aspettava di essere ascoltata in Questura pochi giorni dopo la scomparsa di Denise Pipitone. "Io a casa c'ai purtai" dice Jessica, ma se si riferiva davvero a Denise Pipitone non è mai stato provato, anche perché gli investigatori quando andarono a perquisire l'abitazione, la madre aprì le porte di quella di una vicina di casa.

Gli unici due imputati nel processo sono stati Jessica Pulizzi, accusata di sequestro di persona e l'ex fidanzato di lei Gaspare Ghaleb, tunisino accusato di false dichiarazioni ai pm, il cui reato è finito in prescizione.

"Dopo 13 lunghi anni oggi è stata commessa l'ennesima ingiustizia italiana a mio parere" commenta su Facebook Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone. "Provo una grande amarezza e una delusione enorme, ma adesso pretendo di sapere chi ha sequestrato la mia bambina. - aggiunge - Denise non si è volatilizzata nel nulla né è stata rapita dagli alieni. Gli inquirenti mi dicano dove è la mia bambina e chi l'ha presa. Come madre pretendo queste risposte".

Poi una provocazione: "Lancio un appello a tutti gli italiani perché stiano attenti. Se, come ha stabilito la Corte, la vicenda del rapimento di Denise non è una faida familiare, (a senso unico), significa che ci sono ladri di bambini ancora in giro. - osserva Piera Maggio - Se hanno colpito me possono farlo con chiunque e tutti dovrebbero avere paura".

La mamma di Denise Pipitone quindi lancia l'ennesimo appello, finora purtroppo rimasto inascoltato: "Mi auguro che chi sa parli e si tolga questo macigno dalla coscienza, dicendo la verità. - concludendo - Finché non c'è giustizia non ci sarà mai pace!....all'infinito chiederò vogliamo Denise libera, verità e giustizia". Infine, Piera Maggio lancia un messaggio sotto forma di hashtag alla figlia scomparsa: #DeniseNoiNonMolliamo!

© riproduzione riservata | online: | update: 20/04/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Denise Pipitone: Cassazione assolve Jessica Pulizzi. Piera Maggio: mia figlia non rapita da alieni
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI