le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Denise Pipitone: da Facebook a Potenza. Piera Maggio: fate il DNA

"Sono Denise mamma". Dal profilo Facebook di una ragazzina viene scritto questo messaggio rivolto a Piera Maggio. Chi l'ha visto? contatta la bambina e questa domanda: "Ok scusa ma se adesso Denise è qua voi la venite a prendere?". Il cognome della ragazzina corrisponderebbe a quello di una famiglia di Rom che a pochi mesi dalla scomparsa della piccola viveva in un campo nei pressi di Mazara del Vallo. Un uomo al Tgr Basilicata conferma: "Denise vive a Tito", in provincia di Potenza.

"Sono Denise mamma". Con queste tre parole si riaccende all'improvviso in Piera Maggio la speranza di rivedere presto, e in vita, la figlia Denise Pipitone, rapita il 1 settembre del 2004 a Mazara del Vallo. Questa piccola frase appare nell'agosto scorso su un profilo Facebook che condivide l'appello di Piera Maggio, che ha pubblicato una foto assieme alla figlia all'età di quasi 4 anni nella speranza che qualche ragazzina si potesse riconoscere. Denise Pipitone, infatti, il 26 ottobre prossimo compirà 15 anni, e la speranza di tutta l'Italia e che finalmente possa passare un compleanno con la sua mamma. La redazione di Chi l'ha visto? riesce a contattare la ragazzina che apparentemente ha scritto il messaggio, e che assomiglia in maniera impressionante a Denise Pipitone. Al telefono con la giornalista, questa ragazzina sostiene però di non aver mai scritto quella frase ed anzi non sembra neanche conoscere bene la storia della scomparsa di Denise Pipitone. Poco prima di riagganciare, però, questa ragazzina chiede: "Ok scusa ma se adesso Denise è qua voi la venite a prendere?".
Piera Maggio non si illude ma chiede che venga fatto il test del DNA per appurare l'identità di questa bambina. A rendere questa segnalazione più credibile rispetto a tente altre il fatto che il cognome di questa ragazzina, così come riportato sul suo profilo Facebook, corrisponderebbe a quello di una famiglia di Rom che a pochi mesi dalla scomparsa della piccola viveva in un campo nei pressi di Mazara del Vallo. Lo stesso campo fu oggetto di indagini e perquisito poiché si ipotizzava un collegamento di questa famiglia Rom con il rapimento di Denise Pipitone.
Il caso si tinge maggiormente di giallo dopo la telefonata di un uomo che, alla redazione del TgR Basilicata, ha affermato di conoscere la ragazzina che ad agosto scrisse "sono Denise mamma". "La conosco, è lei. Denise vive a Tito. Si è trasferita da qualche anno con la famiglia" spiega l'uomo, riferendo che frequenterebbe la scuola media della cittadina in provincia di Potenza e che vivrebbe insieme alla mamma di nazionalità serba e a due fratelli. Stando alle prime indiscrezioni, le forze dell'ordine si sarebbero già recate presso la scuola indicata per verificare i documenti della ragazzina.
Tutto questo a pochi giorni dall'assoluzione in secondo grado di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise Pipitone.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: