le notizie che fanno testo, dal 2010

Daniele De Santis condannato a 26 anni. La mamma di Ciro Esposito: "l'ho perdonato"

La terza Corte d'Assise di Roma ha condannato Daniele De Santis a 26 anni di reclusione per la morte del tifoso napoletano Ciro Esposito. I pm avevano chiesto l'ergastolo ma la mamma di Ciro Esposito commenta: "La pena inflitta è congrua e giusta".

I pm avevano chiesto l'ergastolo ma la terza Corte d'Assise di Roma, dopo circa 4 ore di camera di consiglio, ha condannato Daniele De Santis a 26 anni di reclusione.
L'ex ultrà giallorosso è stato condannato per l'omicidio di Ciro Esposito, il tifoso partenopeo ferito gravemente per un colpo di pistola sparato durante gli scontri in viale Tor di Quinto a Roma il 3 maggio 2014 alla vigilia della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina. Ciro Esposito morirà dopo 53 giorni di agonia in ospedale. Condannati per lesioni anche i due tifosi napoletani Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito, entrambi a otto mesi ciascuno, pena sospesa.
Soddisfatta la madre di Ciro Esposito, Antonella, che dopo la lettura della sentenza ha commentato: "La pena inflitta è congrua e giusta, - aggiungendo - per De Santis non provo odio perché l'ho perdonato. La giustizia deve fare il suo corso, credo che qualsiasi pena serva da monito agli altri affinché quello che è successo a mio figlio non accada più".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: