le notizie che fanno testo, dal 2010

Francia: violentata a scuola, test DNA per tutti tra studenti e docenti

In Francia per scoprire il colpevole di una violenza sessuale ai danni di una studentessa 16enne verranno prelevati i DNA di tutti i 527 presenti quel giorno a scuola, tra studenti, docenti e personale. Un metodo si indagine simile a quello dell'omicidio di Yara Gambirasio.

Sembra diventare sempre più una prassi quella di prelevare campioni di DNA anche a persone non sospettate di alcun reato per arrivare a scoprire il colpevole. In Italia, fa scuola il caso dell'omicidio di Yara Gambirasio, dove sono stati prelevati migliaia di campioni di DNA per arrivare a scoprire che il probabile assassino della 13enne di Brembate di Sopra sarebbe un figlio illegittimo di un autista di Gorno deceduto nel 1990. In Francia, invece, ad essere prelevati saranno i DNA di 527 tra studenti, docenti e personale del liceo Fénelon-Notre-Dame di La Rochelle, rei attualmente del solo fatto di frequentare la stessa scuola dove, il 30 settembre 2013, una 16enne è stata violentata, nei bagni dell'istituto. Ovviamente, sia per il caso di Yara Gambirasio che per quello del liceo Fénelon, le persone devono dare la propria autorizzazione all'esame del DNA, che non può essere prelevato coattivamente. In Francia, però, alcune associazioni hanno sollevato dubbi su tale metodo di indagine, visto che chi si rifiuterà di fornire spontaneamente il proprio codice genetico sarà visto come un sospettato del crimine. Rimangono critici, inoltre, quegli osservatori che temono che future indagini "a tappeto" possano servire anche a riempire le banche dati del DNA già presenti in Europa, è che stanno per nascere anche in Italia dove verranno raccolti i profili genetici di condannati, imputati e indagati come previsto dalla legge n. 85 del 2009. In Francia, un rappresentante del pubblico ministero a capo dell'inchiesta ha già assicurato che tutti i campioni negativi di DNA saranno però distrutti e che "nessuna impronta genetica sarà archiviata".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: