le notizie che fanno testo, dal 2010

Real Madrid, Ronaldo rischia per Valencia ma è sicuro: "Vinceremo"

L'attaccante del Real Madrid ha saltato l'ultimo allenamento con le "merengues" a causa di una contrattura alla coscia sinistra rimediata durante il match con il Portogallo, valevole per la qualificazione agli Europei del 2012. Ronaldo ha poi suonato la carica confermando che "il Real Madrid è in corsa per tre titoli" e che "è importante stare davanti al Barcellona, ci motiva ancora di più".

Cristiano Ronaldo è in dubbio per Valencia. L'attaccante del Real Madrid è vittima di una contrattura alla coscia sinistra rimediata nel match di ritorno del suo Portogallo contro la Bosnia, valevole per lo spareggio per gli Europei del 2012. Il Portogallo, vincente per 6 a 2, ha ottenuto il "pass" anche grazie ai due gol messi a segno da CR7 che ha continuato a giocare fino al 90' nonostante avesse già accusato il fastidio muscolare. Ieri Ronaldo è stato costretto a saltare l'allenamento con il Real, così come ha reso noto il club delle "merengues". Visto che non è stato invece specificata né l'entità dell'infortunio né i tempi di recupero, Ronaldo rimane quindi in dubbio per la sfida al "Mestalla" di sabato sera contro la terza forza della Liga. Il Valencia ha infatti 24 punti in classifica, quattro in meno della squadra di José Mourinho. Nel caso in cui l'attaccante non ce la dovesse fare, l'allenatore portoghese dovrà sostituire il suo giocatore più in forma, capace di segnare ben 13 gol in 11 partite, con un attacco che si dimostri all'altezza. A quel punto sarebbe probabile l'inserimento dal primo minuto di Karim Benzema al fianco di Gonzalo Higuain, per andare a formare un reparto offensivo più "pesante". Intanto Ronaldo ha parlato durante un evento promozionale, suonando la carica: "Se proseguiamo così, è sicuro che vinceremo qualcosa. Il Real Madrid è in corsa per tre titoli". Altro punto chiave per CR7 è la rivalità con i blaugrana che vuole tenere a debita distanza: "E' importante stare davanti al Barcellona, ci motiva ancora di più" anche se, precisa, "non vogliamo parlare di rivincita, rimane ancora molto per affrontarci con loro". Ovvero meno di un mese, visto che il "clasico" tra le due squadre più forti spagnole e, forse, del mondo andrà in scena il prossimo 10 dicembre.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: