le notizie che fanno testo, dal 2010

Cristiano Ronaldo: "Chi mi grida 'Messi' è anormale"

Il portoghese parla dal ritiro della sua nazionale dei cori che tanti tifosi dai quali è "odiato" gli hanno riservato nei match del Portogallo contro Cipro e in Champions League contro la Dinamo Zagabria. "Mi cantano 'Messi, Messi'. Queste sono cose da persone anormali, non mi preoccupano" ha detto CR7, spiegando con un pizzico di arroganza che "a chi piace il calcio, piace sempre vedere Cristiano Ronaldo".

E' un Cristiano Ronaldo più che stizzito quello che parla nel ritiro della sua nazionale. Il campione portoghese del Real Madrid, considerato tra i più forti giocatori al mondo, vive da tempo una rivalità con un'altro grande calciatore, ovvero l'argentino del Barcellona Lionel Messi. Una rivalità dovuta soprattutto dai club in cui giocano ma sottolineata dai tanti tifosi che trovano "antipatico" CR7 e che intonano verso di lui dei cori poco opportuni. "Mi cantano 'Messi, Messi'. Queste sono cose da persone anormali, non mi preoccupano" ha commentato Cristiano Ronaldo in conferenza stampa, riferendosi agli ultimi sfottò a lui riservati nei match del Portogallo contro Cipro e in Champions League contro la Dinamo Zagabria. Poi chiude il discorso, con un paio di frasi che sottolineano il carattere altezzoso che contraddistingue il portoghese: "So che non è tutto lo stadio a cantare e non mi preoccupo, e poi a chi piace il calcio, ha piacere di vedere sempre Cristiano Ronaldo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: