le notizie che fanno testo, dal 2010

Chivu: una carezza in un pugno. Scusa soprattutto a mie bambine

L'Inter vince a Bari per 3 a 0 ma il match rischia di finire per KO grazie al comportamento antisportivo di Chivu che sferra un pugno a Marco Rossi. Il difensore nerazzurro si scusa, mortificato su Sky e subisce 4 giornate di squalifica. Ma partono gli sfottò.

La partita dell'Inter contro il Bari giocata al San Nicola verrà ricordata più che per il 3 a 0 (a dispetto del risultato, un match un po' sofferto per i nerazzurri) a favore dell'Inter, soprattutto per il gesto antisportivo che ha segnato la partita: il pugno di spalle che Chivu ha "sganciato" a Marco Rossi. Gli arbitri in campo non si accorgono del gesto ma le telecamere sì. La prova TV stavolta è servita per condannare il gesto violento e Christian Chivu è stato squalificato per quattro giornate. Tornerà a giocare, ovviamente se il Mister Leonardo sarà d'accordo, solamente contro la Samp. Significa che il difensore nerazzurro salterà partite chiave come quella con la Roma, la Juve, La Fiorentina e il Cagliari.
Chivu però subito dopo il gesto appare davvero mortificato e dichiara ai microfoni di Sky: "Sono qui per chiedere scusa a Marco Rossi perchè ho un briciolo di dignità e voglio chiedergli scusa. Non è da me, mi spiace, mi sento male. Non l'ho mai fatto e chiedo scusa a tutti quelli che guardano il calcio e seguono la squadra. Soprattutto alle mie due bambine". L'importante è capire il gesto e non ripeterlo mai più. E' chiaro che ora sono partiti gli sfottò dalle tifoserie e sui forum, tra cui diverse colonne sonore montate sotto le immagini del "pugno". Oltre alla colonna sonora di Rocky c'è anche "una carezza in un pugno" di Adriano Celentano che in sintesi riporta "pugno e scuse" di Chivu: "Cattivo come adesso non lo sono stato mai" e finisce con "e dal pugno chiuso una carezza nascerà".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: