le notizie che fanno testo, dal 2010

Processo Costa Concordia, Domnica Cemortan: ero l'amante di Francesco Schettino

Nuova udienza del processo sul naufragio della Costa Concordia. Oggi è stato il giorno dell'interrogatorio di Domnica Cemortan, la giovane moldava presente in plancia al momento dell'impatto della nave con gli scogli dell'ISola del Giglio. Dopo alcune resistenze, Domnica Cemortan ha dovuto ammettere: "Sì, ho avuto una relazione con Francesco Schettino. Ma dopo il naufragio non ci siamo più visti".

Alla fine, Domnica Cemortan ha dovuto ammettere la sua relazione con l'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino. Dopo ver tentato più volte di non rispondere alla domanda dell'avvocato di parte civile Michelina Suriano, nel corso del processo sul naufragio della Costa Concordia ripartito questa mattina al teatro Moderno di Grosseto, Domnica Cemortan ha affermato: "Sì, ho avuto una relazione con Francesco Schettino. Ma dopo il naufragio non ci siamo più visti". Domnica Cemortan prima della risposta è stato più volte sollecitata a parlare dal presidente del collegio, Giovanni Puliatti, che ha spiegato come questa informazione fosse importante per comprendere l'attendibilità o meno del teste. Nel corso dell'interrogatorio, gli avvocati di parte civile hanno inoltre chiesto a Domnica Cemortan il perché non avesse il biglietto d'imbarco, e la giovane moldava ha risposto: "Quando sei l'amante di qualcuno non ti chiedono il biglietto". La Cemortan, infatti, avrebbe spiegato che all'imbarco sulla Costa Concordia da Civitavecchia l'hotel director Manrico Giampedroni e lo stesso Francesco Schettino, presente in aula, andarono ad accoglierla, dopo che lei stessa chiamò il comandante al telefono per avvertirlo del suo arrivo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: