le notizie che fanno testo, dal 2010

Costa Concordia video ISPRA: sospesa nel nulla tra due rocce incrinate

Un secondo video choc comincia a circolare in rete, dopo quello mandato in onda dal TG5. Questa volta è un documento scioentifico girato dall'ISPRA, che mostra come la nave Costa Concordia sia sospesa nel nulla, retta a poppa e a prua solo da due rocce.

Se quello mandato in onda in esclusiva dal TG5 era un video choc (http://is.gd/7oNJTL), questo sembra esserlo molto di più. Il video pubblicato da Il Tirreno (http://is.gd/kj70DY) che riassume in poco meno di 5 minuti circa 1 ora e 4 minuti di ricognizione subacquea realizzata dai ricercatori del Dipartimento emergenze in mare deIl'ISPRA la mattina dell'11 febbraio, rivela infatti che forse la stabilità della Costa Concordia non è così al sicuro come in più occasione gli esperti che stanno monitorando la situazione hanno assicurato. La nave Costa Concordia, infatti, non è adagiata sul fondale come si pensava, ma bensì sospesa nel nulla. A sorreggere il gigante della flotta della Costa Crociere sembrano essere infatti solo sue rocce, una a poppa e una a prua, oltreutto in alcuni punti anche visibilmente spaccate, come se si stessero sgretolando. Solo i geologi, in realtà, possono confermare o meno se le spaccature visibili nel video sono state causate dall'impatto della Costa Concordia sulle rocce o per la pressione che la nave esercita su questi basamenti rocciosi quotidianamente. Forse a far preoccupare maggiormente è "la frattura che si apre nello sperone di roccia che sostiene la nave a poppa" come la descrive la voce che commenta il video che rivela la parte sommersa della Costa Concordia. "Una frattura molto estesa, molto profonda, larga tra i 10 e i 20 centimetri - continua la voce nel video - e soprattutto assolutamente pulita quindi secondo gli esperti molto recente". Un video che ora dovrà essere analizzato nel dettaglio ma che comincia ad instillare dei dubbi riguardo la presunta stabilità della nave.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Costa Concordia# mare# ricercatori# video# voce