le notizie che fanno testo, dal 2010

Costa Concordia: la campana della nave trafugata dal mare del Giglio

Trafugata la campana dorata che era sulla prua della Costa Concordia, a circa 8 metri di profondità, nel mare dell'Isola del Giglio. Aperta una indagine.

La campana dorata con inciso sopra il nome Costa Concordia è stata trafugata dalle acque del mare dell'Isola del Giglio, dove dal 13 gennaio scorso la nave è inabissata a seguito del naufragio, che è costato la vita a ben 32 persone. La campana, che probabilmente sarebbe rimasta sull'isola del Giglio una volta portata via la Costa Concordia, per ricordare non solo il tragico evento ma anche in segno di ringraziamento per tutte quelle persone, soprattutto gli isolani, che nella notte del naufragio sono accorsi per aiutare i passeggeri che erano riusciti ad abbandonare la nave, è stata infatti rubata, come riferisce l'Ansa pochi gioni fa. La campana era ancora sotto l'acqua, a circa 8 metri e fissata alla prua della Costa Concordia, ed è stata aperta subito una indagine per capire chi possa aver portato via l'oggetto, e soprattutto come. Tutta l'area intorno alla Costa Concordia, infatti, è interdetta, tranne naturalmente agli adetti ai lavori e a chi sta completando gli ultimi rilievi. E' difficile quindi poter raggiungere quel tratto marino senza essere visti, ma ancor più difficile appare il trasporto della campana, che pesa circa una decina di chili. Per trasportarla, una volta rimossa dalla prua della Costa Concordia, sarebbe stata necessaria una imbarcazione, che presuminilmente sarebbe stata avvistata e segnalata. Inoltre, una volta a terra, difficilmente la grande campana dorata sarebbe passata inosservata. Sul caso, comunque, stanno già lavorando gli investigatori, nel massimo riserbo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acqua# Costa Concordia# Isola del Giglio# mare