le notizie che fanno testo, dal 2010

Concordia, processo Schettino: Giglio chiede 20 milioni di danni, Domnica Cemortan 200mila

Nel formalizzare le conclusioni di parte civile al processo penale a carico di Francesco Schettino, imputato per il naufragio della Costa Concordia, l'amministrazione comunale di Isola del Giglio chiede danni per 20 milioni di euro. Anche Domnica Cemortan chiede un risarcimento, pari a 200mila euro.

L'Amministrazione comunale di Isola del Giglio, per tramite dei suoi legali, gli avvocati Maria Chiara Zanconi, dello studio legale Pavia Ansaldo, e Alessandro Maria Lecci, nel formalizzare le conclusioni di parte civile al processo penale a carico di Francesco Schettino, imputato per il naufragio della Costa Concordia che ha provocato 32 morti, chiede danni per 20 milioni di euro. Il sindaco Sergio Ortelli spiega: "Il danno per l’Isola del Giglio esiste. Anche quello d’immagine che si protrarrà nel tempo. Irrimediabilmente. - aggiungendo - Con certezza possiamo affermare che non c’è stato alcun guadagno sotto il profilo economico tantomeno sotto il profilo dell’identità, del nome e della reputazione turistica". Anche Domnica Cemortan, la giovane moldava che era con Francesco Schettino in plancia al momento dell'impatto della Costa Concordia con gli scogli dell'isola del Giglio, chiede un risarcimento, pari a 200mila euro. L'avvocato di Domnica Cemortan precisa che la donna avrebbe subito un doppio danno, come passeggera e per l' "aggressione mediatica" subita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: